cerca CERCA
Sabato 04 Dicembre 2021
Aggiornato: 16:09
Temi caldi

Calcio

Balotelli al Marsiglia, è ufficiale

23 gennaio 2019 | 16.17
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Foto Afp) - AFP

Ora è ufficiale. Mario Balotelli è un giocatore del Marsiglia. Il club transalpino ha annunciato in un comunicato di avere ingaggiato l'attaccante, in prestito dal Nizza, fino alla fine della stagione 2018/2019. Balotelli ha già superato le visite mediche ed è ora in corso la sua presentazione alla stampa.

"In che ruolo penso di giocare? Difensore centrale...", scherza Balotelli nella conferenza stampa di presentazione da giocatore del club. L'attaccante strappa sorrisi anche quando gli viene chiesto che numero di maglia ha scelto per la sua nuova avventura all'OM: "Penso la numero 3...", risponde sorridendo, prima di posare per le foto di rito con la maglia numero 9. E ancora, parlando dei suoi piani per il futuro: "Finire questa intervista e fare l'allenamento, poi vedere se riesco a giocare venerdì".

"Come mi sento? Oh, finalmente posso cominciare". Così il giocatore si lascia alle spalle gli ultimi mesi difficili e si dice pronto a ripartire con entusiasmo. "Parlerò con i gol", promette l'attaccante, che in questa stagione ha giocato col contagocce ed è ancora a digiuno di reti. "Sicuramente voglio fare gol, ma non deve essere una questione di vita o di morte -sottolinea Supermario-. Sono stato sfortunato in questa prima parte con il Nizza ma non è che non dormo la notte: se sto bene, il gol arriva. In una squadra non vince un solo giocatore, il vero campione è quello che aiuta gli altri a crescere. Io non spero solo di fare gol, ma di fare gol e aiutare anche gli altri a segnare", evidenzia Balotelli, che risponde così a chi domanda cosa non abbia funzionato col Nizza quest'anno.

"Ci sono dei periodi in cui la palla non va in porta e quando è così la colpa è dell'attaccante, ma ci sono anche circostanze intorno all'uomo e alla persona che possono condizionare le tue performance in campo. Non dovrebbe succedere, ma a volte è così. Un campione dovrebbe essere forte abbastanza da superare le difficoltà. Quest'anno a Nizza è iniziato tutto male, sapendo che dovevo andare via e poi non è successo. Non è stato bello perché non ho fatto gol, altrimenti nessuno parlava".

Balotelli risponde sempre in italiano alle domande dei giornalisti: "Se ho migliorato il mio rapporto con la stampa francese? Non ho assolutamente problemi con i giornalisti francesi, solo non mi piace tanto parlare. Preferisco giocare, allenarmi e fare gol anche perché spesso quando parlo le parole vengono cambiate e si creano dei problemi". E' ormai da tempo che Supermario strizza l'occhio al Marsiglia anche sui social: "Perché il pubblico qui è veramente caloroso e questo è uno stadio che un giocatore non dimentica. E comunque l'anno scorso l'ho fatto apposta, perché sapevo di venire qua o almeno lo speravo...".

"La storia del Marsiglia -continua- non la conosco bene, ma so che ha vinto la Champions e conosco i giocatori di tanti anni fa. E' una grande società famosa nel mondo, anche in Italia quando ero piccolo. Oggi ci sono 4-5 giocatori che conosco già, come Rami. Non ho nessuna pretesa, voglio solo fare parte del gruppo e aiutarlo facendo il meglio possibile".

Infine, l'appello ai suoi nuovi tifosi: "Spero che veniate in tanti allo stadio e che facciate il tifo forte come l'ho sentito quando venivo qua col Nizza. Di sicuro, la squadra e io ce la metteremo tutta per fare più punti e gol possibili".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza