cerca CERCA
Lunedì 05 Dicembre 2022
Aggiornato: 15:35
Temi caldi

Bankitalia: "Autocertificazione per garanzie prestiti imprese"

27 aprile 2020 | 12.16
LETTURA: 1 minuti

Per accelerare l'erogazione di liquidità "si potrebbe fare leva su una maggiore responsabilizzazione" dice Fabrizio Balassone, capo del Servizio Struttura economica della Banca d’Italia

alternate text
(Fotogramma)

Per accelerare l'erogazione di liquidità alle imprese da parte delle banche "si potrebbe fare leva su una maggiore responsabilizzazione del potenziale prenditore, utilizzando l’autocertificazione per attestare la sussistenza dei requisiti per l’accesso al finanziamento". E' quanto ha detto Fabrizio Balassone, capo del Servizio Struttura economica della Banca d’Italia, in audizione davanti alle commissioni riunite Finanze e Attività produttive, in relazione alle misure stabilite dal governo per l'accesso al credito e gli adempimenti fiscali nell'emergenza Covid-19.

"Rendendo più chiari i presupposti e riducendo quindi gli ambiti di discrezionalità dei soggetti finanziatori si velocizzerebbe il processo di erogazione, arginando il rischio legale per la banca. Qualora il legislatore volesse privilegiare al massimo la rapidità di erogazione - ha quindi suggerito Balassone - si dovrebbe stabilire esplicitamente che la valutazione del merito di credito è assolta con la sola verifica formale della sussistenza dei requisiti previsti dal decreto (ed eventualmente anche disapplicando temporaneamente le norme penali rilevanti). Questo intervento ridurrebbe ulteriormente i tempi della fase istruttoria" ma "potrebbe consentire l’accesso al finanziamento a un numero più elevato di imprese non meritevoli, con potenziale aggravio degli oneri per le finanze pubbliche", ha concluso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza