cerca CERCA
Lunedì 06 Dicembre 2021
Aggiornato: 13:34
Temi caldi

Sostenibilità: dall'Unc il vademecum per barattare on line in sicurezza/ Focus

30 ottobre 2015 | 13.15
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Infophoto)

Scambiare beni o prestazioni di servizi va incontro all'esigenza delle famiglie di risparmiare. Ne è convinta l'Unione nazionale consumatori secondo cui grazie ad internet questa antica forma di scambio ha trovato nuova linfa. Le piattaforme, infatti, consentono e facilitano l'incontro tra domanda e offerta ma, come in tutte le cose, è bene seguire alcune precauzioni, per evitare brutte sorprese. Ecco le 10 regole dell'Unc per barattare in sicurezza.

1. Sito e sito. Ricordatevi che la quasi totalità dei siti noti e famosi per gli scambi ed i baratti non rispondono di eventuali truffe. Si limitano a mettere in contatto la domanda con l'offerta e se chi offre il bene è un truffatore il rischio è a vostro esclusivo carico. Per questo, non acquistando direttamente dai siti delle aziende note, che producono direttamente il bene o vendono i loro servizi (un tour operator noto, ad esempio), va verificata l'identità del nostro interlocutore.

2. Acquisti. Cercate di avere non solo l'email o il cellulare della persona con la quale scambiate il bene. Meglio avere anche un telefono fisso ed un indirizzo fisico, da poter verificare sulla guida del telefono.

3. Truffatori. Un classico dei truffatori è una casella postale o un indirizzo fittizio presso un ignaro anziano. Verificate, quindi, a chi corrisponde indirizzo e telefono.

4. Difetti. Chiedete alla controparte di dichiarare gli eventuali vizi/difetti del prodotto. 5. Confrontate le offerte di quello che vi interessa attraverso più siti.

6. Miracoli. Non credete a offerte mirabolanti. Ogni cosa ha un costo ed un valore e nessuno vi regala nulla.

7. Foto. Fatevi mandare una foto del bene che volete. Può sempre essere falsa e non vi salva dalle truffe, ma può essere utile negli altri casi.

8. Dati segreti. Non date online il vostro numero di codice fiscale, il luogo e la data di nascita o il numero della carta d'identità.

9. Anticipi. Dato che è un baratto, non c'è alcuna ragione per versate anticipi o caparre, per pagare le spese di spedizione altrui o dare il vostro numero di conto corrente.

10. Postino. Quando vi portano il pacco, aspettate a firmare per ricevuta. Aprite prima il pacco, potrebbe essere vuoto. Meglio se lo fate in presenza di testimoni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza