cerca CERCA
Domenica 25 Settembre 2022
Aggiornato: 07:53
Temi caldi

Bassetti: "Virus padrone delle città, tenere a casa over 65 fragili"

23 ottobre 2020 | 15.40
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Fare in modo che gli over 65 fragili non escano di casa. Per Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova e componente della task force Covid-19 della Liguria, se le misure attuate finora non dovessero funzionare, un divieto di uscita per le categorie fragili "potrebbe essere una soluzione" di fronte alla riesplosione dei contagi in Italia. Una strategia da valutare "per evitare la chiusura totale che sarebbe la fine", ha spiegato l'esperto intervistato a 'Un giorno da pecora' su Rai Radio 1.

"Oggi la circolazione del virus" Sars-CoV-2 "in alcune aree del nostro Paese è chiaramente impressionante. A Milano, e anche nella mia città" ossia Genova, "si calcola che forse in questo momento un cittadino ogni tre potrebbe essere contagiato. Il virus si è praticamente impadronito di buona parte delle nostre città", ha sottolineato Bassetti, convinto che si debba "fare qualcosa soprattutto per mettere in sicurezza le persone anziane, le più deboli".

Premettendo dunque che "un lockdown generale ha effetti devastanti e non ce lo potremmo permettere da nessun punto di vista, specie sanitario perché dobbiamo continuare a dare risposte anche ai pazienti non Covid", ha precisato l'infettivologo, si potrebbe pensare magari a "chiusure molto chirurgiche dove i contagi crescono in maniera più importante". Ma "il passo successivo diventa quello di mettere in sicurezza la parte più debole del nostro Paese", di "limitare almeno la possibilità di infettarsi per le persone particolarmente fragili". Da qui "l'idea" di uno stop alle uscite per "gli over 65, le persone immunodepresse" per malattie croniche concomitanti, quelle cioè che il nuovo coronavirus "colpisce così pesantemente".

Così come è stato fatto nella prima fase dell'emergenza, secondo Bassetti bisognerebbe "tornare a remare tutti nella stessa direzione" e rispettare le regole. Perché se ciò non accade, anche l'anziano chiuso in casa rischia un contagio dai suoi famigliari: "Se vai a trovare la nonna, ti metti la mascherina e la fai mettere anche a lei - esorta il medico - E invece di abbracciarla forte, la guardi da un metro di distanza che è bello lo stesso".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza