cerca CERCA
Mercoledì 25 Maggio 2022
Aggiornato: 22:13
Temi caldi

Bellezza: arriva l'App con i 'trucchi' sui cosmetici

01 aprile 2014 | 15.12
LETTURA: 2 minuti

Milano, 1 apr. (Adnkronos Salute) - "Conoscere il mondo dei cosmetici per imparare a usarli in modo consapevole e a seconda delle proprie esigenze: è con questo obiettivo che è nata l'App 'Cosmetici', scaricabile gratuitamente sia da App Store sia da Play Store". Lo dichiara Massimiliano Dona, segretario generale dell'Unione nazionale consumatori, presentando l'ultima applicazione realizzata dall'associazione in collaborazione con Cosmetica Italia, l'associazione nazionale delle imprese cosmetiche.

"Quando si parla di cosmetici - spiega Dona - non si fa riferimento solo ai classici belletti, ma anche a dentifrici, saponi, creme, solari e deodoranti: tutti possono rappresentare un prezioso alleato per il nostro benessere, la nostra igiene e bellezza, a patto che se ne conoscano le caratteristiche e che se ne faccia un uso oculato". L'App 'Cosmetici' è ricca di contenuti che aiutano a leggere le etichette, a conoscere la durata di ogni prodotto, a sapere quali sistemi di sicurezza vengono adottati. "Grazie a una suddivisione in paragrafi per ogni argomento e ad un pratico glossario - prosegue il segretario generale dell'Unc - l'applicazione è inoltre semplice e immediata da consultare".

"Non mancano le domande frequenti che spesso i consumatori ci rivolgono, come quelle su cosa si intende per filtro solare o su quali sono i fattori di protezione più idonei al proprio incarnato. Queste ed altre informazioni - continua Dona - si trovano nella sezione 'Consigli', nella quale sono disponibili anche i video degli esperti che spiegano con un linguaggio semplice le regole da rispettare per l'utilizzo dei cosmetici". E se si vuole sapere qual è il proprio grado di conoscenza in materia? "Basterà fare i test 'Conoscere i cosmetici', 'Le etichette dei cosmetici' e 'L'utilizzo dei solari', alla fine dei quali l'utente scoprirà se è un consumatore esperto o principiante. Non mi resta che invitarvi a mettervi alla prova, ma fate attenzione - conclude Dona - perché in questo caso non vale usare belletti". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza