cerca CERCA
Domenica 22 Maggio 2022
Aggiornato: 09:32
Temi caldi

La scoperta

Bendata va a letto con lui, ma è una lei. Le fa causa per violenza sessuale

08 settembre 2015 | 19.28
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Infophoto)

Ha avuto rapporti sessuali con una coetanea in una camera d'albergo, convinta che fosse un uomo. La presunta vittima, una 25enne britannica, ingannata a suo dire dall'uso di un sex toy da parte della partner e da altri camuffamenti, ha trascinato in Tribunale, davanti alla Corte di Chester, la presunta violentatrice per 'sexual assault' (violenza sessuale), dichiarando alla Corte che avrebbe preferito "essere stuprata da un uomo" e che lei non va "con le donne".

I fatti, riporta il Daily Mail nella sua versione on line, sono avvenuti a Chester, nel Cheshire, nell'Inghilterra nordoccidentale. La presunta violentatrice avrebbe 'agganciato' la presunta vittima su Facebook, fingendosi un uomo, con lo pseudonimo di Kye Fortune.

Dopo ripetute telefonate, durante le quali 'Kye' avrebbe attribuito il timbro femminile della voce alla propria origine filippina, le due studentesse hanno convenuto di ritrovarsi in un hotel di Chester nel febbraio del 2013.

'Kye' a quel punto ha insistito perché la ragazza , entrambe frequentavano la stessa università, si bendasse, dicendo di non sentirsi sicuro della propria apparenza a causa di un incidente, richiesta alla quale la vittima ha detto di aver acconsentito.

Le due avrebbero poi avuto un rapporto sessuale, durante il quale 'Kye' avrebbe utilizzato una protesi. All'incontro successivo, qualche tempo dopo, la vittima si sarebbe insospettita e solo a quel punto si sarebbe tolta la benda, scoprendo che quello che credeva un ragazzo è in realtà una ragazza. A quel punto, la presunta vittima avrebbe detto a 'Kye' di non volerla vedere più, ma lei avrebbe minacciato il suicidio, dichiarando il proprio amore.

La presunta violentatrice avrebbe anche usato bendaggi intorno al petto per nascondere la propria identità sessuale. L'accusata, che è una ragazza di 25 anni, sostiene che la presunta vittima sapeva di avere a che fare con una donna e che la figura di 'Kye' faceva parte di un gioco intimo tra di loro.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza