cerca CERCA
Venerdì 21 Gennaio 2022
Aggiornato: 00:04
Temi caldi

Benitez punta in alto: "Il Napoli può arrivare al terzo posto. E magari più su..."

13 dicembre 2014 | 13.56
LETTURA: 3 minuti

Gli azzurri fanno visita al Milan e l'allenatore spagnolo non si nasconde: "Pensiamo solo ai nostri risultati, nella seconda parte del campionato potremo fare ancora meglio". La Supercoppa nel mirino: "Sappiamo cosa vogliono i tifosi come regalo di Natale"

alternate text
Rafael Benitez (foto Infophoto) - INFOPHOTO

"Dobbiamo pensare solo ai nostri risultati. Nella seconda parte del campionato potremo fare ancora meglio. Se rendiamo secondo le nostre potenzialità, possiamo arrivare al terzo posto. E magari fare qualcosa in più". Rafa Benitez e il Napoli puntano in alto, già a partire dalla sfida in programma sul campo del Milan.

"L'anno scorso a San Siro abbiamo fatto una grande partita in uno stadio che dà sempre grandi stimoli per fare bene", dice il tecnico spagnolo ai microfoni di Radio Kiss Kiss. La formazione partenopea è reduce dal rotondo successo per 3-0 ottenuto contro lo Slovan Bratislava in Europa League.

"La vittoria è stata raggiunta con una buona prestazione. Ma possiamo fare ancora meglio", dice Benitez, che si aspetta sempre un contributo determinante da Gonzalo Higuain: "A Milano giocherà. Deve capire che deve essere la bandiera della squadra perché ha la capacità per esserlo". Il 2014 del Napoli si chiuderà a Doha con la sfida contro la Juventus per la Supercoppa italiana. "Abbiamo qualche diffidato, i giocatori sanno che la Supercoppa è importante ma, allo stesso tempo, devono giocare la prossima partita al 100% senza pensare al cartellino giallo", dice Benitez, consapevole che il duello con la Juventus ha un significato speciale.

"Sappiamo quale regalo di Natale vogliono i tifosi, il 22 per noi sarà una sfida importante", ribadisce. Poi, nel 2015, si tornerà anche a pensare all'Europa League. "Mi piacerebbe incontrare il Liverpool -dice pensando alla squadra allenata in passato- ma mi dispiacerebbe dover eliminare i reds dell'Europa League". A Liverpool giocava e segnava Fernando Torres. Ora lo spagnolo fa panchina al Milan. "Liverpool con me ha fatto bene. E' un calciatore di grande qualità ma ha bisogno di fiducia. Può fare la differenza in qualsiasi squadra", dice il tecnico iberico.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza