cerca CERCA
Martedì 28 Giugno 2022
Aggiornato: 18:42
Temi caldi

Berlusconi: ''Scelta del capo dello Stato in Patto del Nazareno''. Pd: ''Mente''

14 dicembre 2014 | 14.19
LETTURA: 2 minuti

Il leader di Forza Italia in un collegamento telefonico con i club dell'Emilia Romagna: ''E' logico che sia nell'accordo: non potrà essere eletto un presidente della Repubblica che a noi non sembri adeguato''. Poi: ''Non potevamo dire di no a delle riforme che sono le nostre''. Il vicesegretario dem, Serracchiani: ''Successione a Napolitano non è nel Patto''

alternate text
Silvio Berlusconi (Infophoto) - INFOPHOTO

Non solo riforme. Anche la scelta del nuovo capo dello Stato è nel Patto del Nazareno. Parola di Silvio Berlusconi che ha 'svelato' i contenuti dell'accordo stretto con Matteo Renzi, in un collegamento telefonico con i club dell'Emilia Romagna.

Forza Italia non poteva dire no al patto del Nazareno, anche perché prevede "come conseguenza logica - dice il leader di Forza Italia - che non potrà essere eletto un capo dello Stato che a noi non sembri adeguato all'alta carica che dovrà ricoprire".

Non potevamo dire di no a quel Patto, sottolinea Berlusconi, nonostante sia un accordo che ''ci ha dato e ci dà tanto fastidio, perché ci ha impedito una opposizione vera su tutto, ha creato delle difficoltà al nostro interno, ha confuso il nostro elettorato''. ''Ma come facevamo a dire di no a delle riforme che erano e sono le nostre riforme? Per coerenza e per amore di Patria non potevamo dire di no".

SERRACCHIANI: BERLUSCONI MENTE - Ma dal Pd si nega che il nodo Quirinale faccia parte dell'accordo con Berlusconi. "Assolutamente no", nel patto del Nazareno non c'è la successione di Napolitano al Quirinale - dice il vicesegretario dem, Debora Serracchiani - "quel patto prevede le riforme sulle quali siamo stati impegnati e siamo ancora impegnati e lo dimostreremo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza