cerca CERCA
Giovedì 07 Luglio 2022
Aggiornato: 04:32
Temi caldi

Berlusconi: parroco Cesano, spero accenda riflettori su Sacra Famiglia

15 aprile 2014 | 15.32
LETTURA: 1 minuti

La speranza del parroco di Cesano Boscone, Don Luigi Caldera, alla notizia che Silvio Berlusconi svolgerà i servizi sociali alla Fondazione Sacra Famiglia della città, è che questo "serva -dice all'Adnkronos- ad accendere i riflettori sulla Fondazione. Questo ci fa piacere perchè attira l'attenzione mediatica sulle realtà che aiutano i disabili e gli anziani". Se poi "fosse utile anche all'uomo sarebbe ancora meglio".

Il parroco, conversando con l'Adnkronos, ricorda poi i trascorsi dell'ex premier proprio con la città dell'hinterland milanese, dove era residente Massimo Tartaglia, l'uomo che aveva colpito l'ex premier con una statuetta in miniatura del Duomo nel 2009. "Eravamo già stati coinvolti in passato -sottolinea il parroco- con la storia di Tartaglia, che abitava proprio qui a Cesano Boscone. Forse era scritto che Silvio Berlusconi dovesse venire proprio qui".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza