cerca CERCA
Martedì 11 Maggio 2021
Aggiornato: 00:39
Temi caldi

Bologna: Berselli lancia 'Vincere per Bologna', candidato sindaco civico

04 marzo 2015 | 13.49
LETTURA: 4 minuti

Un logo rosso e blu con al centro il disegno delle Due Torri, questo il simbolo della lista per le prossime comunali presentata dall'ex senatore fuoriuscito dall'Ncd. "Siamo in campo per vincere, ma senza alleanze, nemmeno con Lega e Grillo"

alternate text

'Vincere per Bologna', un logo rosso e blu con al centro il disegno delle Due Torri. Questo il nome ed il simbolo dell'associazione culturale pronta a correre con una sua lista civica alle prossime elezioni comunali, presentata oggi all'Osteria del Sole di Bologna, dall'ex senatore Filippo Berselli, fuoriuscito dall'Ncd in polemica con la gestione Alfano sull'elezione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "Siamo in campo per vincere, come dice il nostro nome, ma fuori dai partiti - spiega Berselli ai cronisti - ed il nostro candidato sindaco sarà una persona molto nota in città, molto legata a Bologna e molto apprezzata, possibilmente senza un pregresso politico e che faccia alla città un appello trasversale".

"I partiti non hanno più senso, forse neanche 'sinistra', 'destra' e 'centro' ce l'hanno, i partiti sono degli zombie" aggiunge Berselli, utilizzando un'immagine già scelta da Beppe Grillo. "Il nostro candidato sarà civico al cento per cento e ci alleeremo solo con liste civiche - rimarca l'ex senatore - con la Lega non abbiamo niente a che spartire, non c'entriamo nulla e non faremo alcun patto con i partiti, neanche con i grillini".

Una ventina i soci fondatori dell'associazione 'Vincere per Bologna' da cui nascerà la lista con candidati "tutti politicamente apolidi, - rimarca Berselli - non ci interessa per chi hanno votato in passato, quello che vogliamo è che non siano iscritti a partiti, non abbiamo carichi pendenti o condanne penali".

Galletti? Un amico e persona perbene ma non ha il nostro target

(Adnrkonos) - Berselli sarà candidato in lista "ma non sarò il candidato sindaco" precisa. Quanto all'ipotesi di una candidatura a sindaco del ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti (Udc), Berselli replica che "Galletti è un amico e una brava persona, ma ha un target che non si concilia con quello che vogliamo fare". Nell'associazione di Berselli ci sono invece gli ex consiglieri provinciali di Bologna Luca Finotti uscito da Fi e Clauda Rubini che ha abbandonato l'Ncd. Tantissime donne e legali tra cui il presidente dell'ordine degli Avvocati Sandro Callegaro.

Nessun pentimento ad aver lasciato il 2 febbraio scorso l'Ncd? "Neanche uno" conferma Berselli che conclude "il presente ed il futuro è delle liste civiche". Porte aperte alla città, dunque, ma "non agli ex consiglieri di partiti che annaspano e che presto non ci saranno più, perché - chiosa l'ex senatore - noi non siamo la scialuppa di salvataggio di nessuno e non accogliamo i naufraghi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza