cerca CERCA
Mercoledì 05 Ottobre 2022
Aggiornato: 07:32
Temi caldi

Biden: "Ucraina decide se cedere territorio per pace"

03 giugno 2022 | 18.16
LETTURA: 2 minuti

Il presidente Usa: "Non dirò a Kiev cosa deve fare". Zelensky: "Vinceremo". Stoltenberg: "Guerra lunga"

alternate text

"Niente sull'Ucraina, senza l'Ucraina. E' il loro territorio. Non dirò loro cosa devono fare e cosa non devono fare". Lo ha dichiarato il presidente americano, Joe Biden, a Rehoboth, nel Delaware, sottolineando che solo Kiev può decidere se cedere o meno parte del suo territorio per arrivare alla pace con Mosca e porre fine alla guerra iniziata 100 giorni fa. A un certo punto, "sembra" che dovrà esserci un "accordo" fra Russia e Ucraina. "Cosa comporterà, non sono in grado di dirlo", ha concluso Biden.

Leggi anche

ZELENSKY

"Sono cento giorni che difendiamo l'Ucraina. La vittoria sarà nostra", ha dichiarato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un videomessaggio diffuso in occasione del centesimo giorno dall'inizio dell'aggressione militare da parte della Russia. Affiancato, tra gli altri, dal primo ministro ucraino Denys Shmyhal e dal consigliere presidenziale Mykhaylo Podolyak, Zelensky ha affermato che il suo esercito respingerà l'invasione russa.

STOLTENBERG

La guerra che sarà lunga e logorante secondo il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, che ha parlato del conflitto in Ucraina al termine di un colloquio con il presidente americano Biden. ''Dobbiamo essere preparati per il lungo periodo", ha detto ai giornalisti, aggiungendo che ''quello che vediamo è che questa guerra ora è diventata una guerra di logoramento''. Gli ucraini, ha aggiunto Stoltenberg, stanno "pagando un prezzo elevato per aver difeso il proprio paese sul campo di battaglia, ma vediamo che anche la Russia sta subendo molte perdite".

Mariupol, sindaco: "Russi sparano a chi non collabora"

Pur ribadendo che la Nato non vuole entrare in un confronto diretto con la Russia, Stoltenberg ha affermato che l'alleanza militare occidentale ha la "responsabilità" di sostenere l'Ucraina. ''La maggior parte delle guerre, e anche questa a un certo punto, finiscono al tavolo dei negoziati. Ma quello che sappiamo è che ciò che accade attorno al tavolo dei negoziati è strettamente legato alla situazione sul campo, sul campo di battaglia", ha aggiunto.

VOLONTARIO FRANCESE UCCISO

Un volontario francese impegnato in Ucraina è rimasto ucciso nei combattimenti. Lo ha reso noto il ministero degli Esteri di Parigi.

GIORNALISTI

Due giornalisti della Reuters sono rimasti feriti nei pressi di Severdonetsk. Il conducente dell'auto su cui viaggiavano è morto. A riferirlo è il corrispondente di Rt Igor Zhdanov secondo quanto riferisce l'agenzia di stampa russa 'Tass' che parla di "bombardamenti da parte delle forze armate ucraine vicino a Severdonetsk". "L'autista della scorta è morto sul posto, i giornalisti sono stasti ricoverati in ospedale", ha spiegato Zhdanov su Telegram.

Successivamente una fonte di Reuters ha confermato a Tass che due giornalisti dell'agenzia sono stati feriti e che sarebbero all'ospedale di Rubezhne.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza