cerca CERCA
Lunedì 29 Novembre 2021
Aggiornato: 19:08
Temi caldi

Bimba picchiata respira da sola ma prognosi riservata

15 febbraio 2019 | 10.55
LETTURA: 2 minuti

In lento miglioramento le condizioni della piccola di 22 mesi

alternate text
(Fotogramma)

Sono in lento miglioramento le condizioni della bimba di 22 mesi picchiata dal compagno della madre e arrivata nella notte di mercoledì al Pronto Soccorso dell'ospedale Bambino Gesù, dove è ricoverata nel reparto di rianimazione. I parametri cardio-respiratori, come riporta il bollettino medico, sono stabili. La bambina è stata estubata, è cosciente e ha ripreso l'attività respiratoria spontanea. La prognosi rimane riservata.

La convalida della custodia in carcere per il 25enne è prevista per domani. L'uomo, che ora si trova nel carcere di Velletri, è stato arrestato per tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia. Aveva precedenti per lesioni, stalking e furto.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, mercoledì la piccola era rimasta a casa con il compagno della madre quando è stata picchiata. In casa con loro c'erano anche la gemellina e un'altra sorellina più grande. La madre, che ha 23 anni, conviveva con il 25enne da un paio di mesi e, secondo quanto si apprende, lui si era già dimostrato violento con la piccola. Di fatto sul corpo della bambina sono stati trovati segni di percosse che potrebbero essere precedenti al pestaggio di mercoledì. Le indagini sono coordinate dalla procura di Velletri.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza