cerca CERCA
Domenica 01 Agosto 2021
Aggiornato: 10:02
Temi caldi

Blitz polizia, 75 daspo per ultrà 'Torino Hooligans'

11 dicembre 2019 | 07.53
LETTURA: 3 minuti

Il gruppo in forte contrapposizione con i più moderati della curva Maratona. Denunciati anche 32 napoletani per gli scontri del 6 ottobre scorso

alternate text
(Foto IPA/Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Blitz della Polizia di Torino che sta procedendo alla notifica di 75 Daspo emessi dal Questore del capoluogo piemontese nei confronti di tutti gli appartenenti al gruppo oltranzista dei "Torino Hooligans", di cui 71 denunciati in stato di libertà per violenza privata, aggravata, travisamento, porto di strumenti atti ad offendere, accensione e lancio di artifizi pirotecnici, rissa nonché violenza e lesioni ad incaricato di pubblico servizio. Sono state inoltre adottate, informa una nota della Polizia, circa 500 sanzioni amministrative per violazioni del regolamento d'uso dello stadio per un ammontare complessivo di oltre 80mila euro e notificati provvedimenti di sospensione della licenza relativi a 3 locali pubblici abitualmente frequentati dalla citata frangia ultrà violenta.

A margine dell'indagine i poliziotti della Digos di Torino hanno denunciato 32 ultras napoletani ed individuato 8 supporter interisti responsabili di condotte criminose perpetrate in occasione delle gare Torino-Napoli, del 6 ottobre scorso, e Torino-Inter, del 23 novembre, nei confronti dei quali sono stati altresì adottati provvedimenti Daspo in corso di notifica.

Sempre nella mattinata di oggi, personale della Digos di Torino, con l'ausilio degli omologhi uffici di Mantova, Piacenza e Brescia ha eseguito 11 perquisizioni delegate dalla locale autorità giudiziaria nei confronti dei responsabili della grave rissa verificatasi sugli spalti della curva Primavera durante la partita Torino-Inter. L'attività di indagine, condotta dalla Polizia di Stato, ha inoltre evidenziato la sussistenza, da alcuni anni, di uno stato di forte contrapposizione tra i 'Torino Hooligans' e gli storici sodalizi (più moderati) della curva Maratona.

"La nostra strategia è di non tollerare più alcun caso di prevaricazione e aggressione all’interno degli stadi che devo essere restituiti alla loro naturale destinazione, luoghi che ospitano una festa a cui tutti i cittadini, tifosi e soprattutto famiglie devono avere il diritto di assistere in tranquillità", ha evidenziato il questore di Torino, Giuseppe De Matteis, commentando l’operazione condotta dalla Digos e della direzione generale Anticrimine. De Matteis ha sottolineato che si tratta di "un’operazione importante" perché "ha dimostrato come all’interno delle tifoserie ultrà negli ultimi mesi si stava verificando una politica di aggressione sia all’interno delle tifoserie, sia all’esterno verso altre tifoserie".

L'operazione, ha spiegato ancora il questore, ha consentito con attività investigativa e preventiva di scompaginare "non solo i ‘Torino Hooligans’, ma anche tifoserie minori che sino ad ora si erano comportate con moderazione". "La nostra è una strada di non ritorno, non ci fanno paura né le minacce di reazioni né eventuali reazioni. Ogni devianza di tifoseria va respinta e continueremo su questa strada senza farci intimidire. Con pacatezza, impiegando le leggi esistenti - ha concluso De Matteis - intendiamo dimostrare che si può fare a meno della devianza negli stadi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza