cerca CERCA
Mercoledì 23 Giugno 2021
Aggiornato: 17:13
Temi caldi

Energia

Bolletta luce, a chi convengono le tariffe per fasce orarie

18 maggio 2017 | 06.53
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Pagare meno la bolletta della luce? Con le tariffe per fasce orarie si può. Con una buona ripartizione dei consumi è possibile risparmiare fino al 12% in bolletta, che per una famiglia tipo (tre componenti, consumi 2.900 kWh/anno) può significare evitare lo sborso di 65 euro all’anno. E' il dato che emerge dall'ultimo studio sul tema energia elettrica di SosTariffe.it, che ha analizzato l'interesse degli italiani verse le offerte delle società private di fornitura di energia.

Con le offerte biorarie o multiorarie si può pagare un prezzo più basso per i consumi elettrici effettuati durante la sera dei giorni feriali e durante tutto il giorno nei weekend e in occasione delle festività nazionali. Questa differenziazione dei prezzi rende possibile risparmiare sulla bolletta della luce, spostando la maggior parte dei consumi verso gli orari agevolati. Negli ultimi anni tuttavia la differenza di prezzi previsti per l’orario di picco e quello agevolato si è ridotta e di conseguenza è diminuito anche il vantaggio ottenibile grazie a questo sistema.

Ma, secondo lo studio realizzato da SosTariffe.it, a chi convengono le tariffe biorarie?

- A chi vive da solo e passa la maggior parte della giornata in ufficio o università rientrando solo la sera;

- Alle coppie o famiglie che hanno pochi figli, i quali passano gran parte del tempo a scuola;

- A chiunque si abitua a svolgere le faccende domestiche che richiedono l’utilizzo di più elettrodomestici (ad esempio, usando l’aspirapolvere, il ferro da stiro o la lavatrice) durante la sera o il weekend;

- Agli utenti con bassi consumi energetici e che possiedono un numero limitato di elettrodomestici.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza