cerca CERCA
Mercoledì 25 Maggio 2022
Aggiornato: 23:40
Temi caldi

Musica: boom iscrizioni Premio internazionale Fisarmonica a Castelfidardo

16 settembre 2014 | 14.21
LETTURA: 3 minuti

Mappamondo di musica artigianale di 26 nazioni e tre continenti pronto al accogliere centinaia di concorrenti.

alternate text

Boom di iscrizioni per la 39sima edizione del premio internazionale della Fisarmonica, che da giovedì 18 a domenica 21 si terrà a Castelfidardo (Ancona). Un mappamondo di musica artigianale di 26 nazioni e tre continenti pronto al accogliere centinaia di concorrenti così da formare un fantastico caleidoscopio di colori, idiomi e culture accomunati dal linguaggio della musica.

Sono 158 le iscrizioni pervenute alla segreteria organizzativa, di cui 123 alle categorie per solisti e 35 nei settori dedicati alle orchestre, il numero dei cui componenti fa toccare quota 350 fra i 'soli' partecipanti in gara. Ad essi vanno poi aggiunti gli ospiti internazionali dei concerti pomeridiani e delle serate, i maestri di strumento e i 30 componenti la giuria, in arrivo anche dall’Australia.

"Restituire piena centralità al Premio -spiega il sindaco Mirco Soprani-era il principale intendimento e in questo senso abbiamo raccolto consensi al di là delle previsioni; è forte, inoltre, l’appetibilità dell’offerta complessiva che con un ricco cartellone punta a conquistare l’interesse di tutti, appassionati e non".

Russia, Cina, Portogallo e Polonia sono le nazioni più massicciamente rappresentate. In particolare, 20 russi fra i solisti, che detengono anche il record fra i gruppi con l’orchestra 'The youth accordion' di San Pietroburgo che si esibirà con un ensemble di 35 componenti nella world music. Forte anche l’affluenza italiana (27 iscritti), con due giovani a inseguire l’esempio di Samuele Tellari nella sezione più prestigiosa, il premio per concertisti: Stefano Di Loreto, dal Conservatorio di Latina, e Raffaele Damen, 24enne pesarese, uno dei due marchigiani in lizza.

L’altro è Marco Franconi Ronchetti, di Ussita, che si cimenterà nella speciale sezione tributo a Gervasio Marcosignori. E se i cinesi sono stabili, Francia, Spagna, Austria, Finlandia e Svezia non mancano, saldamente presenti sono le scuole dell’est (Ucraina, Serbia, Moldova, Lituania, Lettonia, Kazakistan, Slovenia, Croazia, Repubblica Ceka, Slovacchia, Bosnia Herzegovina, Polonia e Bulgaria) mentre crescono in maniera vistosa Belgio e Portogallo.

"Siamo agli inizi di un percorso -sottolinea il direttore artistico, Roberto Lucanero- ma già si colgono i frutti di un’impostazione mirata a rendere Castelfidardo il fulcro di una rete con istituzioni di alto livello, vedi il network con il Festival portoghese Sete Sois Sete Luas, con il conservatorio belga di Mons e il Carrefour Mondial de l’Accordeon di Montmagny-Quebec-Canada". E se la curiosità si accende per capire chi attraverserà più strada pur di esserci e confrontarsi nella culla dello strumento (Mahatma Costa coprirà 7528 km da Recife, Brasile, 500 in meno rispetto alle concorrenti cinesi da Tianjin), non va trascurato l’elemento forse più significativo: la fisarmonica è giovane tanto che la maggioranza degli iscritti fra i solisti è under 18.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza