cerca CERCA
Lunedì 27 Giugno 2022
Aggiornato: 16:42
Temi caldi

Piazza Affari in rialzo con le banche, giù le europee a fine seduta

05 ottobre 2016 | 09.30
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Palazzo della Borsa, Genova

Le Borse europee chiudono negative sulla scia delle indiscrezioni circa la possibilità che la Bce riduca gradualmente il ritmo degli acquisti del quantitative easing a partire dai prossimi mesi. Fa eccezione Milano, trainata dal settore bancario e assicurativo, che archivia gli scambi in rialzo dell'1,03% a 16.476 punti. "Alle dichiarazioni sempre meno accomodanti che giungono dai membri Fed, che continuano ad alimentare le probabilità di un rialzo a dicembre (ora al 60%), si aggiungono i rumors Bce. Abbiamo l’impressione che le Banche centrali stiano tentando di segnalare al mercato un cambiamento di atteggiamento verso uno meno accomodante", osservano gli esperti di Ig.

In questo scenario, Londra chiude in calo dello 0,58% a 7.033 punti; Francoforte archivia gli scambi in calo dello 0,32% e Parigi dello 0,29%. I dati Usa, tra scorte petrolifere in calo e settore non manifatturiero in crescita a settembre, spingono invece Wall Street, che guadagna lo 0,7% con il Dow e con il Nasdaq. Bene le quotazioni del greggio: al Nymex, il Wti è in rialzo e supera i 49,7 dollari al barile.

Per i titoli del comparto bancario è boom di acquisti, dal momento che a beneficiare della riduzione del Qe sarebbero proprio gli istituti. In cima al Ftse Mib si trovano a fine giornata Ubi banca (+5,7%), Bpm (+5,15%), Bper (+5,02%), Generali (+4,17%) e Unicredit (+4,08%). Fa eccezione Mps, che chiude a un prezzo di 17 centesimi (-3,93%), alle prese con il piano di ristrutturazione e di ricapitalizzazione. L’indice milanese è tornato ai massimi dallo scorso venerdì, a ridosso di 16.500 punti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza