cerca CERCA
Mercoledì 19 Gennaio 2022
Aggiornato: 17:20
Temi caldi

Borsa, Cina giù con nuova svalutazione. Contagio su monete asiatiche

12 agosto 2015 | 09.00
LETTURA: 2 minuti

alternate text

La nuova mossa a sorpresa della Cina scuote i mercati. Dopo la svalutazione record di ieri dello yuan, oggi la banca centrale cinese ha fissato il cambio di riferimento a un livello più basso di un altro 1,6% a quota 6,3306. Lo yuan cinese è sceso oggi ai minimi da 4 anni sul dollaro. A fine seduta a Shanghai il Composite cede l'1,06% a 3.886 punti, mentre a Hong Kong l'indice principale lascia sul terreno il 2,38% a 23.916 punti.

A poco sono servite le rassicurazione della People's Bank of China, che in una nota ha cercato di calmare i mercati sottolineando che non esistono "basi" economiche o finanziarie perché il cambio si indirizzi con continuità al ribasso. Riconosce tuttavia che potrà verificarsi un "breve periodo di adattamento" al nuovo meccanismo per la fissazione della parità centrale giornaliera.

La mossa cinese provoca già le prime reazioni di quella che sembra assumere i contorni di una 'guerra valutaria'. La prima 'replica' arriva dal Vietnam che ha deciso oggi di raddoppiare al 2% la fascia consentita di oscillazione giornaliera del cambio del dong. Intanto la rupia indonesiana e il ringgit malese sono scesi ai minimi da 17 anni nei confronti del dollaro.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza