cerca CERCA
Lunedì 10 Maggio 2021
Aggiornato: 19:11
Temi caldi

Borsa, Ftse Mib poco mosso, spread in aumento

15 aprile 2021 | 18.22
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp)

Chiusura di poco sotto la parità per la borsa di Milano nel giorno del via libera del Consiglio dei Ministri al Documento di economia e finanza e alla richiesta di un nuovo scostamento di bilancio per 40 miliardi di euro.

Con una crescita stimata per l’anno corrente al 4,5%, il disavanzo è visto all’11,8% della ricchezza prodotta. L’aggiornamento ha spinto al rialzo lo spread Btp-Bund, in aumento dell’1,9% a 105 punti base.

Dal fronte statunitense, buone nuove sono arrivate sia dagli aggiornamenti macroeconomici (le nuove richieste di sussidio sono scese da 769 a 576 mila unità e le vendite al dettaglio sono salite dell’8,4%, oltre 3 punti in più rispetto alle stime) e sia dai numeri trimestrali di big del comparto finanziario del calibro di Bank of America, Citigroup e Blackrock.

A frenare l’andamento del Ftse Mib, che ha terminato a 24.528,69 punti (-0,19%), è stato il comparto energetico (-3,65% di Tenaris, -1,18% di Eni), gli industriali (-1,66% di CNH e -1,02% di Leonardo) ed il settore del risparmio gestito (-1,35%di FinecoBank, -0,91% di Banca Mediolanum).

Nel comparto bancario Intesa Sanpaolo ha terminato con un -0,26% ed UniCredit con un 1,14% nel giorno dell'assemblea degli azionisti che ha votato sull'approvazione del bilancio ed il rinnovo del Cda (la sostanziosa remunerazione del nuovo Ceo Andrea Orcel è stata approvata con una maggioranza del 54,1%)

Nel comparto segno meno per il Creval (-0,73% a 12,25 euro). Come da previsioni, il Crédit Agricole Italia ha incrementato il corrispettivo dell’offerta pubblica di acquisto volontaria da 10,5 a 12,2 euro.

Le performance migliori sono state registrate da Amplifon e Inwit, salite rispettivamente del 2,84 e del 2,15 per cento. A spingere quest’ultima è stato il parere favorevole della Commissione della camera di trasporti, poste e telecomunicazioni sull’incremento dei limiti di emissione elettromagnetiche.

Parità per Stellantis (-0,05%) nel giorno dell’assemblea e dopo l’annuncio dell’accordo di consultazione siglato tra Exor e Peugeot 1810 (in collaborazione con money.it).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza