cerca CERCA
Domenica 22 Maggio 2022
Aggiornato: 13:55
Temi caldi

Borsa: chiusura interlocutoria per europee, Milano in lieve calo

02 aprile 2015 | 19.07
LETTURA: 4 minuti

Chiusura contrastata per gli indici europei nell'ultima seduta prima della pausa pasquale. L'andamento di Wall Street, in territorio positivo, imprime una marginale accelerazione, ma le piazze finanziarie europee mostrano cautela in attesa di novità dalla Grecia, dei verbali Bce e di alcuni dati macroeconomici di un certo rilievo che verranno diffusi domani, in particolare relativamente al numero dei nuovi occupati negli Stati Uniti.

alternate text
Borsa Milano cauta con le europee (Infophoto).

Chiusura contrastata per gli indici europei nell'ultima seduta prima della pausa pasquale. L'andamento di Wall Street, in territorio positivo, imprime una marginale accelerazione, ma le piazze finanziarie europee mostrano cautela in attesa di novità dalla Grecia, dei verbali Bce e di alcuni dati macroeconomici di un certo rilievo che verranno diffusi domani, in particolare relativamente al numero dei nuovi occupati negli Stati Uniti.

"Le indicazioni preliminari arrivate ieri dalle stime Adp non preannunciano dati entusiasmanti. Il consenso - ricorda Vincenzo Longo, analista di Ig - si attesta ora intorno alle 240 mila unità, ma non possiamo escludere un dato più vicino alla soglia delle 200 mila unità, complice il vistoso deterioramento del settore manifatturiero. Questi dati, insieme a quelli sulla crescita dei salari saranno utili per capire il timing sul possibile rialzo dei tassi".

In questo scenario, mentre lo spread ha chiuso a 107,16 punti base con un rendimento dell'1,26%, Londra guadagna lo 0,35%, Parigi segna +0,24%, Francoforte invece termina la seduta in calo dello 0,28%. In flessione anche gli indici principali di Piazza Affari: il Ftse Mib chiude a 23.308 punti, segnando -0,22%, mentre l'All Share a 24.907 (-0,13%).

Tra le blue chips brilla Gtech che, già sospesa per eccesso di rialzo, termina con un progresso del 3,75% nel suo ultimo giorno di scambi.

In spolvero Saipem all'indomani dell'annuncio di una joint venture con Dangote Group in Africa +2,38% a 9,67).

Contrastati i bancari con Ubi Banca che termina la seduta in progresso del 2,81%, Bper +0,82%, Unicredit +0,16%, Mediobanca -0,22%, Mps -0,24%, banco Popolare -0,27%, Intesa Sanpaolo -0,62%.

A proposito di Gtech, la società uscirà dal paniere della 40 società più capitalizzate di Piazza Affari per lasciare il posto, da martedì, ad Ansaldo Sts, controllata ancora per poco da Finmeccanica fino alla prossima cessione alla giapponese Hitachi. L'0esclusione di quest'ultima dal listino delle grandi era avvenuta un anno fa, il 21 marzo 2014, a seguito della quotazione di Moncler, più capitalizzata.

Prese di profitto su Yoox che ha annunciato due giorni l'integrazione con Net a Porter.fa la fusione con Net-A-Porter. Il titolo lascia sul terreno il 2,45% a 27,5 euro.

Invariata Pirelli che termina la seduta a 15,5 euro. In progresso Pininfarina (+2,28% a 5,84 euro) in attesa di novità sulle proposte al vaglio dei vertici.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza