cerca CERCA
Giovedì 22 Aprile 2021
Aggiornato: 15:34
Temi caldi

Borsa: Milano chiude positiva, lettera su Terna

06 aprile 2021 | 18.12
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Le nuove stime del Fondo monetario, che ha rivisto al rialzo la view sull’economia globale, permettono alle borse europee di consolidare i guadagni. Già positivi in scia dei nuovi record registrati in avvio di settimana dai mercati azionari USA, i listini del Vecchio continente hanno capitalizzato l’ottimismo in arrivo da Washington, dove gli esperti del Fmi stimano per il 2021 un incremento del Pil globale di 6 punti percentuali.

Indicazioni positive anche per il nostro Paese, che nell’anno corrente dovrebbe registrare un aumento della ricchezza prodotta del 4%, un punto percentuale in più rispetto alla stima precedente. Sul Ftse Mib, che si è fermato a 24.761,12 punti (+0,21%), spiccano gli acquisti su Leonardo e CNH Industrial, in rialzo rispettivamente dell’1,65 e dell’1,66 per cento. Giornata di guadagni anche per Inwit (+2,93%, top performer del paniere principale), Campari (+1,82%) e Diasorin (+1,97%).

Quest’ultima ha annunciato una collaborazione strategica con Lumos Diagnostics, azienda specializzata nella diagnostica POC (Point-Of-Care). “Tale collaborazione -riporta la nota della società- permetterà a DiaSorin di lanciare il Liaison IQ, la nuova piattaforma immunodiagnostica POC portatile e in grado di connettersi al cloud, insieme ad un test per l’identificazione degli anticorpi IgG specifici contro il SARS-CoV-2 in campioni di sangue capillare che sarà seguito da un test dell’antigene per diagnosticare il COVID-19 tramite tampone nasale”.

Comparto bancario sottotono dopo la notizia della maxi-svalutazione da 4,4 miliardi di franchi annunciata dal Credit Suisse: UniCredit ha terminato con un -0,07% e Intesa Sanpaolo con un -0,65%. Tra i bancari, meno 1,86% del Credito Valtellinese (che ha chiuso a 12,15 euro) dopo che il Sole 24 Ore ha riportato che il 25-30 per cento dell’azionario sarebbe contrario all’Opa lanciata dai francesi del Credit Agricole a 10,5 euro per azione.

Nel comparto delle aziende di pubblica utilità giornata in denaro per Enel (+1,41%) ed Hera (+1,29%) mentre Terna ha segnato un -3,15% dopo i rumor sul mancato inserimento nell’S&P Global Clean Energy Index.

Per quanto riguarda il comparto di titoli di Stato, lo spread Btp Bund è salito fino a 101 punti percentuali, oltre il 6% in più rispetto al dato precedente. (in collaborazione con money.it).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza