cerca CERCA
Lunedì 24 Gennaio 2022
Aggiornato: 22:02
Temi caldi

Borsa: Milano chiude sui minimi con Europa mista, cede Anima

04 novembre 2015 | 19.39
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Borsa Milano in calo con Wall Street: un trader al Nyse (Infophoto)

La Borsa di Milano chiude in calo, sui minimi di seduta, con le altre Borse europee per lo più in verde, ma tutte sotto i massimi intraday. Pesante Francoforte, sui nuovi guai di Volkswagen, il cui schema per alterare i dati delle emissioni potrebbe riguardare anche i motori a benzina e le emissioni di anidride carbonica. Le piazze europee si sono indebolite nel pomeriggio sulla scia di Wall Street che, dopo un avvio in verde, è passata negativa dopo le parole di Janet Yellen circa un possibile rialzo dei tassi a dicembre, ma anche sul diffuso timore che gli indici non abbiano più benzina per salire ulteriormente, dopo aver toccato ieri i massimi da metà luglio.

Misti i dati macro del pomeriggio, che hanno confermato una crescita robusta del settore dei servizi negli Usa in ottobre, mentre l'occupazione Adp, migliore delle attese con 182mila posti creati in ottobre, ha visto una revisione al ribasso del dato di settembre.

A Milano l'indice guida Ftse Mib cede lo 0,65% a 22.312 punti, mentre l'indice generale All Share segna 24.009 punti (-0,65%). Scambi per 2,95 mld di euro di controvalore, da 2,99 mld nell'intera seduta di ieri. Su 329 titoli in negoziazione, 159 hanno chiuso in rialzo, 145 in calo e 25 invariati.

In ordine sparso le altre Borse europee: a Madrid Ibex +0,08%, ad Amsterdam Aex +0,43%, a Londra Ftse +0,46%, a Zurigo Smi +0,18%, a Parigi Cac +0,25%%, a Lisbona Psi 20 +0,43%, a Bruxelles Bel 20 piatto, a Francoforte Dax -0,97%, con Volkswagen che perde il 9,5%.

L'euro al riferimento Bce cala da 1,0976 dollari ieri a 1,0935 oggi. L'oro al London Bullion Market al fixing di oggi pomeriggio scende a 1.114,7 dollari l'oncia da 1.118 dollari stamani. Il Wti, il greggio di riferimento americano, con consegna a dicembre cede 1,55 dollari a 46,36 al barile al Nymex.

In piazza Affari vendute tlc (-3,48%) e auto (-2,39%); comprati beni per la persona e la famiglia (+1,36%), beni e servizi per l'industria (+0,86%), industriali (+0,85%).

Bene sul Ftse Mib gli industriali, specialmente Cnh (+2,29%), Prysmian (+3,65%) e Finmeccanica (+1,61% a 11,98 euro), dopo la trimestrale migliore del consensus. Per Equita il titolo è buy, con target a 14,4 euro. Comprata Tod's (+3,09%), sulla scia di report positivi. Bene anche gli altri titoli del lusso come Moncler (+1,66%), Luxottica (+1,3%) e Ferragamo (+1,14%).

Vendite su Anima Holding (-4,81%), su indiscrezioni di stampa relative a un'offerta non vincolante di Atlas Merchant Capital per Arca sgr, già considerata un possibile partner per Anima. Prese di profitto su Telecom (-3,72%), dopo i chiarimenti arrivati dall'imprenditore francese Xavier Niel. Debole Fca (-1,49%), insieme al settore in Europa.

Ancora vendite su Intesa Sp (-2,16% a 3,076 euro), in calo ieri dopo i conti del trimestre, che hanno deluso sul fronte dei ricavi core, malgrado la prospettiva di un dividendo probabilmente più elevato del previsto per il 2015. Equita lima le stime 2016-17 del 6%, portandole al 12% sotto il target 2017 della società del 2017 (4,5 mld di euro), con un target price di 3,3 euro e rating hold (tenere). Per Bernstein, che rimane "un convinto compratore del titolo" e che considera Intesa "probabilmente la banca meglio gestita d'Italia", il target è 3,9 euro. Sullo Star riprende quota Mondo Tv (+4,92%). Sull'All Share in rialzo Italmobiliare (+5,19%), venduta Premuda (-6,85%), maglia nera della Borsa di Milano. 

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza