cerca CERCA
Sabato 18 Settembre 2021
Aggiornato: 10:12
Temi caldi

Borse europee girano in rialzo a metà seduta con futures WS, Milano +1,07%

18 marzo 2014 | 14.48
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Migliorano e virano al rialzo a metà seduta le Borse europee, trascinate principalmente dai futures sui principali indici di Wall Street, che indicano un avvio in rialzo sia per il Dow Jones che per il Nasdaq. Milano traina gli acquisti registrando con il Ftse Mib un guadagno dell'1,03% a 21.077 punti. L'All Share segna +1%. Inarrestabile la corsa di Mps che dopo l'upgrade di Citigroup segna al giro di boa +4,22%.

Mentre lo spread tra Btp e Bund tedeschi scende sotto i 179 punti, l'indice Zew tedesco, che misura la fiducia degli investitori nella ripresa economica per i prossimi mesi, perde terreno, crollando a 46,6 punti rispetto al 55,7 di febbraio. Le aspettative erano per un calo a 52 punti. In area Euro, a gennaio la bilancia commerciale ha registrato un surplus di 0,9 miliardi di euro, in miglioramento rispetto al deficit di 5,4 miliardi dello stesso mese del 2013 ma in calo rispetto all'attivo di 13,8 miliardi dello scorso dicembre.

Tra le piazze del Vecchio Continente, salgono sia Francoforte che Londra segnando rispettivamente +0,64% a 9.239 punti e +0,26% a 6.585 punti. Positiva Madrid che guadagna lo 0,68% a 10.041 punti e Parigi che segna +0,90% a 4.310 punti. Amsterdam avanza dello 0,21% a 387,72 punti. In rialzo Bruxelles (+0,97%).

Sul fronte del paniere milanese, Mps è maglia rosa con volumi di scambi piuttosto sostenuti: al giro di boa, sono passati di mano 475 mln di pezzi, ben al di sopra della media di giornaliera, e pari allo 1,8% circa del capitale della banca. Il comparto bancario risulta comunque contrastato: agli acquisti su Intesa Sp (+3,78%) e Mediobanca (+1,43%) corrispondono le vendite su Ubi Banca (-0,38%) e Bper (-0,12%). Bpm guadagna l'1,01% e Unicredit l'1,23%. Tra i titoli in perdita, Yoox, su cui pesano le prese di beneficio dopo i guadagni di ieri: il titolo è maglia nera del listino (-3,13%). Ancora negativa Pirelli (-1,78% a 11,5 euro) dopo l'ingresso dei russi di Rosneft nel capitale e l'uscita del fondo Clessidra.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza