cerca CERCA
Mercoledì 19 Gennaio 2022
Aggiornato: 11:19
Temi caldi

Europa prosegue mista, in rosso Atene e Milano

21 aprile 2015 | 13.33
LETTURA: 3 minuti

Mattinata debole, dopo un avvio in rialzo, per le principali piazze finanziarie europee. Gli investitori guardano alla crisi greca e la tensione si fa sentire in particolare sul fronte dei titoli di Stato. A Piazza Affari male in particolare il comparto bancario e petrolifero, in progresso il settore del lusso

alternate text
- Borsa trader

Mattinata debole, dopo un avvio in rialzo, per le principali piazze finanziarie europee mentre Piazza Affari accelera al ribasso con l'indice Ftse Mib che cede lo 0,95% a 23.112 punti. Gli investitori guardano alla crisi greca e la tensione si fa sentire in particolare sul fronte dei titoli di Stato dove sono tornate le le vendite sui titoli dei Paesi periferici. Lo spread tra Btp decennali e Bund tedeschi risale a 140 punti base con un rendimento dell'1,48%.

In rosso Atene con l'indice Athex 20 che perde il 3,3%, deboli le piazze di Parigi -0,07% e Londra -0,14%; in progresso invece Francoforte +0,38%, Zurigo +0,75%, Madrid +0,24% e Lisbona +0,27%.

A Piazza Affari in ribasso, in particolare, il comparto bancario con Bper -3,57% a 7,16 euro, Banco Popolare -2,98% a 13,35, Bpm -1,87%, Unicredit a 6,07 euro (-2,18%), Ubi Banca -2,06% e Intesa Sanpaolo a 3,008 euro (-1,64%). L'indice Oil & Gas lascia sul terreno lo 0,93%; sul listino principale di Milano si segnalano in progresso i titoli Salvatore Ferragamo +2,94%, Stm +2,84% e Tod's +2,64%.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza