cerca CERCA
Mercoledì 30 Novembre 2022
Aggiornato: 00:35
Temi caldi

Piazza Affari sprofonda, spread vola

12 marzo 2020 | 09.31
LETTURA: 3 minuti

Delusioni per le misure della Bce, Milano registra il calo più brusco della propria storia

alternate text
(Afp)

La delusione per le misure della Bce contro l’emergenza coronavirus e per le decisioni prese dagli Stati Uniti affondano le borse europee. Piazza Affari registra il calo più brusco della propria storia, con il Ftse Mib crollato del 16,62% a 14.949 punti. Vola invece lo spread Btp-Bund e tocca quota 262 punti, dopo la dichiarazione della presidente della Bce in conferenza stampa. "Non siamo qui per ridurre gli spread, non è la funzione della Bce", ha detto Christine Lagarde, mandando in confusione i mercati. Malissimo anche le altre borse: Londra ha perso il 10,93%, Francoforte il 12,24% e Parigi il 12,28%.

"Sull'orlo dell'esaurimento, ma ancora impegnata nel tentativo di dare sostegno all'area euro, la Bce, oggi, ha fatto quello che poteva", afferma Oliver Blackbourn, Multi-Asset Portfolio Manager di Janus Henderson Investors.

"In passato i governi dell'eurozona hanno ignorato le richieste di riforme strutturali della Bce, ma forse questa volta ascolteranno la richiesta di ricorrere a stimoli fiscali. Tuttavia, i segnali di un approccio coordinato tra la Bce e i principali governi dell'Eurozona sono stati davvero pochi. I mercati sembrano intenzionati a forzare una risposta mentre continuano a registrare cali".

La decisione della Bce, dice Frank Hausler, chief strategist di Vontobel Asset Management, "oggi è stata deludente per gli investitori. Anche se un taglio dei tassi non avrebbe aiutato direttamente l'economia, sarebbe stato almeno un segnale di supporto e probabilmente avrebbe migliorato la situazione finanziaria. L'impressione generale delle azioni della Bce e della conferenza stampa di Lagarde è quella di un consiglio direttivo diviso privo di impegno nel mezzo di una grave recessione economica".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza