cerca CERCA
Venerdì 27 Maggio 2022
Aggiornato: 23:16
Temi caldi

Brasile 2014: Uruguay, insulto di Mujica alla Fifa diventa canzone

30 giugno 2014 | 17.53
LETTURA: 2 minuti

Montevideo, 30 giu. - (Adnkronos/Dpa) - L'insulto alla Fifa del presidente dell'Uruguay, José Mujica, è diventato rapidamente una canzone che sta spopolando sui social network, basata sulla frase più polemica del presidente: "Quelli della Fifa sono una banda di vecchi figli di puttana". La canzone è stata composta dall'argentino Mauro Lecornel che si è già incaricato di mettere in musica altre frasi ed uscite dal protocollo del presidente uruguaiano. Lecornel ha spiegato ai media uruguaiani che ha reagito in questo modo "in appoggio a Pepe Mujica, un idolo in tutta l'America latina e ammirato da tutti".

Mujica ha attaccato duramente i membri della Fifa la notte di domenica per la sanzione che la federazione internazionale ha imposto all'attaccante Luis Suárez per aver morso l'italiano Giorgio Chiellini nella sfida con gli azzurri al Mondiale di Brasile 2014. Dopo la frase di accusa il presidente si è chiuso la bocca con la mano, ma alla domanda del cronista se poteva pubblicare il video, Mujica ha risposto: "Pubblicalo, per me...".

E poi riferendosi a Suarez ha aggiunto: "Era giusto che lo punissero, ma non che adottassero sanzioni fasciste". La moglie di Mujica, la senatrice Lucía Topolansky, consultata dopo le parole di Mujica sul Mondiale si è limitata a rispondere, sorridente: "condivido le parole del presidente". I calciatori uruguaiani sono stati battuti sabato dalla Colombia per 2-0 negli ottavi di finale del Mondiale brasiliano e sono stati accolti domenica sera all'aeroporto di Carrasco, a circa 20 chilometri da Montevideo, dal presidente e da centinaia di tifosi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza