cerca CERCA
Martedì 30 Novembre 2021
Aggiornato: 03:08
Temi caldi

Brevetti: Brianza e' prima in Italia, quasi 3 mila tra 1999-2012

21 marzo 2014 | 20.58
LETTURA: 2 minuti

C'è il tutore post operatorio per gli animali, la mozzarella bidimensionale a disco, il guanto-cellullare, sono alcune delle 'invenzioni' registrate nel 2013 come brevetto europeo. Complessivamente, con quasi 3mila brevetti europei depositati tra il 1999 e 2012, la Brianza si colloca al primo posto in Italia con 42,98 domande depositate ogni mille imprese, seconda per numero di brevetti ogni mille abitanti (3,25), preceduta a breve distanza da Bologna (3,37) e al 4° posto per numero di depositi in termini di valori assoluti (2.765 domande), con Milano in testa alla classifica nazionale (9.392).

In Italia sono complessivamente 52.177 i brevetti europei depositati tra il 1999 e 2012, con un'incidenza di 0,87 brevetti ogni mille abitanti e 9,96 domande per mille imprese. La Lombardia è la prima regione a livello nazionale per numero di brevetti depositati (18.352 domande), ma anche per incidenza sulla popolazione (1,87 domande ogni mille abitanti) e sul numero di imprese (22,33 depositi ogni mille imprese). E' quanto emerge da una elaborazione dell'Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati Osservatorio brevetti, marchi e design di Unioncamere -Dintec.

E in vista dell'Esposizione Universale che si terrà a Milano nel 2015, sono 265 le domande di deposito di marchi all'Ufficio italiano Marchi e Brevetti che hanno nella denominazione della domanda la parola Expo. Dal suo insediamento, la Camera di commercio di Monza e Brianza ha stanziato circa 5 milioni di euro a sostegno dei processi di innovazione tecnologica, organizzativa e ambientale e per l'adozione di strumenti di tutela della proprietà intellettuale di marchi e brevetti. Inoltre sono stati assistiti oltre 2000 utenti per il deposito di marchi e brevetti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza