cerca CERCA
Domenica 04 Dicembre 2022
Aggiornato: 01:11
Temi caldi

Brexit, Farage si dimette da leader Ukip: "Voglio indietro la mia vita"

04 luglio 2016 | 11.44
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Nigel Farage (Afp) - AFP

Nigel Farage ha annunciato le sue dimissioni da leader del partito euroscettico Ukip. “Al momento del referendum ho detto che rivolevo indietro il mio Paese, ora voglio indietro la mia vita", ha detto Farage in una conferenza stampa a Londra.

"Ho deciso di farmi da parte come leader dell'Ukip - ha spiegato - La vittoria del Leave è il coronamento della mia ambizione politica. Mi sono lanciato in questa battaglia perché volevo che diventassimo una nazione che si governa da sola, non per diventare un politico di carriera".

"L'Ukip si trova in una buona posizione e continuerà, con il mio sostegno, ad attrarre voti. Mentre stiamo per lasciare l'Unione Europea, i termini della nostra uscita non sono chiari", ha proseguito Farage, affermando che sia conservatori che laburisti rischiano di perdere sempre più contatto con i loro elettori a profitto dell'Ukip.

E' la terza volta che Farage si dimette da leader dell'Ukip. Aveva guidato il partito fra il 2006 e il 2009, poi è tornato al vertice dopo le elezioni del 2010. Si era poi dimesso successivamente alle elezioni del maggio 2015, dopo che non era stato eletto deputato. Ci aveva però presto ripensato, tornando a guidare il partito. Questa volta, ha però assicurato, non sarà così. Anche se, nota il Guardian, Farage ha lasciato intendere di voler esercitare un ruolo nei negoziati per la Brexit, dicendo di "avere forse qualcosa da dare".

Secondo Farage, il futuro ruolo dell'Ukip sarà di contrastare l'eventuale "debolezza" del governo britannico nel negoziare la Brexit. Il leader dimissionario non ha fatto nessun nome per il suo successore, ma ha detto che ci sarà qualcuno alla guida entro la conferenza del partito di quest'autunno.

Secondo i media, i possibili candidati potrebbero essere il numero due del partito Paul Nuttall, il portavoce per l'immigrazione Steven Woolfe, il portavoce per la Cultura Peter Whittle o l'unico deputato dell'Ukip, Douglas Carswell. Farage ha infine voluto sottolineare che il nuovo leader dei Conservatori dovrà essere un sostenitore della Brexit, lasciando intendere una possibile collaborazione fra i Tories e l'Ukip.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza