cerca CERCA
Domenica 22 Maggio 2022
Aggiornato: 13:16
Temi caldi

Brexit, Schulz conferma: "Non possiamo garantire l'immodificabilità dell'accordo"

16 febbraio 2016 | 18.40
LETTURA: 1 minuti

Il presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz, dopo l'incontro con il premier britannico David Cameron, conferma a Bruxelles che l'accordo con Londra che probabilmente verrà raggiunto nel prossimo Consiglio Europeo potrà subire delle modifiche in sede legislativa, contrariamente a quanto avrebbe voluto il primo ministro inglese. In democrazia, ricorda, nessun governo può imporre ad un Parlamento di "garantire il risultato". Tuttavia, promette, l'Europarlamento farà il massimo per assicurare "un compromesso".

Di seguito la traduzione della risposta di Schulz a un giornalista britannico, che gli ha chiesto se l'accordo che uscirà dal Consiglio Europeo del 18 e 19 febbraio sarà o meno legalmente vincolante:

"Ripeterò quello che ho detto a Londra. Una volta che un accordo viene trovato, tra gli Stati, la Commissione e il Parlamento, penso che ci sarà un dibattito molto costruttivo nel Parlamento europeo, ma per essere molto chiaro, nessun governo può andare da un Parlamento e dire 'questa è la nostra proposta, garantiteci il risultato'. Questo non è possibile in democrazia, quindi la mia risposta è che il Parlamento Europeo farà il massimo per assicurare un compromesso e un accordo equo, ma non posso prevedere il risultato del Parlamento Europeo. Ma lo ripeto, una volta che le istituzioni concordano, secondo la mia esperienza si va nella giusta direzione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza