cerca CERCA
Martedì 21 Settembre 2021
Aggiornato: 13:30
Temi caldi

Monte Giano

Brucia la scritta 'Dux', Casapound: "La rifaremo"

25 agosto 2017 | 16.19
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fermo immagine da video YouTube /Aurelio Tonchei)

Le fiamme che hanno devastato il monte Giano hanno anche cancellato la gigantesca scritta 'Dux' formata da 20mila abeti piantati nel 1939 in omaggio a Benito Mussolini.

Nonostante il lavoro dei vigili del fuoco, da tre giorni impegnati a spegnere il rogo, la montagna sopra Antrodoco, nel reatino, non smette di ardere e focolai sono oramai divampati tra gli alberi che compongono tutte e tre le lettere.

A scatenare le fiamme, a quanto accertato dagli uomini del Corpo forestale, sarebbe stato un fuoco accesso per far bollire i pomodori, sfuggito al controllo dell’autore, che è poi stato denunciato.

REGIONE LAZIO - ''Al di là delle sterili polemiche sull'origine, anche celebrativa, di 20mila pini che disegnavano il nome 'Dux'", l'incendio - "oltre a prefigurarsi come una notevole ferita ambientale - è causa dell'avvio di un robusto dissesto idrogeologico'' comunica in una nota Fabio Refrigeri, assessore Infrastrutture, Politiche abitative ed Enti locali della Regione Lazio.

CASAPOUND - "La storia non si cancella". Così il presidente di Casapound Italia, Gianluca Iannone, che, commentando il devastante incendio scoppiato sul monte Giano , annuncia: “Casapound è pronta a scendere in campo per ripristinare la gigantesca scritta ‘Dux’ formata dai 20mila abeti piantati nel 1939 in omaggio a Benito Mussolini. Quella scritta ha superato indenne 70 anni di antifascismo militante, non consentiremo che venga cancellata dal gesto imprudente di uno sciocco".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza