cerca CERCA
Lunedì 27 Giugno 2022
Aggiornato: 21:31
Temi caldi

"Bryant è morto facendo il padre", le lacrime della giornalista /Video

28 gennaio 2020 | 11.42
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp)

"Kobe Bryant è morto facendo ciò che amava. E' morto facendo il padre". Tra i tanti aneddoti su Kobe Bryant, spicca quello che la giornalista Elle Duncan ha raccontato ai telespettatori di SportsCenter, storico notiziario sportivo della Espn. "Ho incontrato Kobe una volta, nel backstage di un evento a New York", dice la anchorwoman, commossa davanti alle telecamere.

"Mi sono detta 'E' Kobe, devo fare una foto'. Ed ecco la foto. Appena mi sono avvicinata, mi è venuto incontro e ha notato la mia pancia evidente, ero incinta di 8 mesi. 'Come stai? Quanto manca?', mi ha chiesto. 'E' una bambina', ho risposto. 'Le ragazze sono le migliori', mi ha detto. Gli ho chiesto consigli su come crescere una bambina, visto che all'epoca aveva 3 figlie e Bianca, la più piccola, aveva circa 1 anno e mezzo. Gli ho chiesto se lui e sua moglie volessero un altro bambino. Mi ha detto che con la moglie Vanessa volevano provarci per avere un maschietto ma temevano, scherzando, che sarebbe arrivata un'altra bambina. 'Quattro bambine?!', ho chiesto io. E lui, senza esitare, ha detto: 'Se potessi avrei altre 5 bambine. Sono un girl dad'".

Nella conversazione, racconta Duncan, Bryant si è soffermato in particolare su Gianna Maria, 'Gigi', che puntava a seguire le orme del padre nel basket ed è deceduta nel disastro avvenuto domenica. "E' un mostro, alla sua età non ero forte come lei", le parole di Bryant, mentre la giornalista si commuove. "Quando rifletto su questa tragedia e sulla conversazione che ho avuto con Kobe Bryant, due anni fa, l'unico piccolo conforto mi arriva dalla consapevolezza che è morto facendo ciò che amava di più, il papà di una bambina".





Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza