cerca CERCA
Domenica 25 Settembre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Bufera Atac, Bruno Rota non è più dg

28 luglio 2017 | 17.17
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Inchiesta su Biglietti clonati e fondi neri dell' Atac, Azienda Tramvie ed Autobus del Comune di Roma (Paolo Rizzo, Roma - 2013-11-08) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate - FOTOGRAMMA

L'amministratore unico di Atac Manuel Fantasia ha ritirato le deleghe del direttore generale Bruno Rota. Lo Comunica Atac in una nota.

E' di ieri l'intervista dell'ormai ex dg che parla dell'azienda romana ormai "compromessa e minata" seguito da un duro scambio di accuse con il presidente della commissione capitolina Mobilità, Enrico Stefàno (M5S).

"Le dimissioni del Direttore Generale, dottor Bruno Rota, sono state presentate su richiesta dell'Amministratore Unico Manuel Fantasia ieri pomeriggio", riferisce in un comunicato Atac, precisando che "Al numero di protocollo aziendale, di cui ad alcune dichiarazioni rilasciate dal dott. Rota, non è mai risultato alcun documento allegato e neanche adesso è presente. Le dimissioni del dottor Rota sono state accettate oggi".

Ma Rota di fatto ha presentato le sue dimissioni lo scorso 21 luglio. E' quanto emerge nella lettera con cui Fantasia accetta la scelta del direttore generale. "Facendo seguito alla sua lettera del 21 luglio - si legge nella missiva in possesso dell'Adnkronos - prendiamo atto delle sue dimissioni che accettiamo con decorrenza 2 agosto 2017, o qualunque altra data antecedente Lei riterrà opportuna". Per cui "a decorrere dal 2 agosto, il suo contratto di lavoro è da intendersi risolto senza alcun addebito dell'indennità di preavviso".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza