cerca CERCA
Venerdì 30 Settembre 2022
Aggiornato: 18:06
Temi caldi

Burioni, bufera social per un tweet: cosa è successo

10 luglio 2022 | 18.44
LETTURA: 1 minuti

Nel mirino per una discussione con il leghista Bazzaro. Il virologo interagisce con una utente, a favore di Bazzaro, e replica pubblicando un’immagine della ragazza con il commento ‘Capisco’

alternate text
(Fotogramma)

Bufera social su Roberto Burioni. Il virologo su Twitter finisce nel mirino degli utenti per una discussione con il deputato leghista Alex Bazzaro. Burioni interagisce con un’utente, che si dichiara a favore di Bazzaro, e replica pubblicando un’immagine della ragazza con il commento ‘Capisco’. Il messaggio scatena una bufera sul social, con il deputato leghista Claudio Borghi che preannuncia iniziative contro il medico. Arrivano anche commenti di altri esponenti politici del centrodestra.

Leggi anche

"Capisci cosa? Che sei un uomo piccolo piccolo?" commenta Matteo Salvini. "Il tweet di Burioni è quanto di più becero e vergognoso possa esserci. Un atto di bullismo in piena regola, fenomeno che va invece contrastato con la massima risolutezza da tutti, istituzioni, politica, e medici anche. Voglio esprimere la mia totale vicinanza ad Alessia” dichiara la deputata della Lega e responsabile del dipartimento Pari Opportunità del Partito, Laura Ravetto.

"'L’esperto' #Burioni deride su Twitter una ragazza, sostenitrice della Lega, pubblicando una foto di lei come commento e scrivendo 'Capisco'. A cosa alludi Burioni? Ha qualcosa di sbagliato quella foto? Rimuovi il tweet e chiedi scusa" twitta la leader Fdi Giorgia Meloni.

Burioni, dopo qualche ora, prova ad archiviare la vicenda: “Non ho il fisico per fare bodyshaming (come mi avete spesso ricordato) e non era mia intenzione farlo nei confronti di nessuno”. “Se” l’utente coinvolta nella vicenda “si è sentita offesa le chiedo scusa. A scanso di equivoci e rinnovando le scuse rimuovo il tweet”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza