cerca CERCA
Mercoledì 12 Maggio 2021
Aggiornato: 03:45
Temi caldi

Cadavere fatto a pezzi a Firenze, trovata seconda valigia vicino al carcere

11 dicembre 2020 | 14.12
LETTURA: 1 minuti

alternate text

Un cadavere di un uomo fatto a pezzi e poi nascosto dentro due valigie. Dopo la scoperta agghiacciante di ieri sera a Firenze di una valigia con dentro resti umani, abbandonata in mezzo a un terreno agricolo, tra la superstrada Firenze-Pisa-Livorno e il carcere di Sollicciano, questa mattina, durante un nuovo sopralluogo i carabinieri del Nucleo Investigativo di Firenze hanno rinvenuto una seconda valigia contenente altri resti umani (con ogni probabilità arti inferiori). Secondo gli investigatori si tratta verosimilmente di resti umani riconducibili al cadavere occultato nella valigia trovata ieri sera.

Il secondo rinvenimento è avvenuto a distanza di circa 70 metri dal precedente, alla base della sopraelevata della superstrada e la recinzione posteriore del carcere.

Sul posto con i carabinieri si sono recati anche il pm Ornella Galeotti della Procura della Repubblica di Firenze e il medico legale. Dai rilievi finora effettuati si può ragionevolmente ipotizzare che si tratti del cadavere di un uomo adulto. I resti umani sono in avanzato stato di decomposizione. Dai primi rilevamenti il cadavere risulta in stato di saponificazione: le sue condizioni sono talmente deteriorate che risulta impossibile ogni riconoscimento. E' già stata disposta un'autopsia per i prossimi giorni. A fare il ritrovamento ieri è stato un anziano agricoltore, proprietario del campo dove sono state gettate le due valigie.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza