cerca CERCA
Giovedì 22 Settembre 2022
Aggiornato: 11:02
Temi caldi

Salute

Caffetterie inglesi sotto accusa, nelle bevande anche 25 cucchiaini di zucchero

17 febbraio 2016 | 13.42
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Bevande calde con uno 'scioccante' contenuto di zucchero: fino a 25 cucchiaini. A venderle celebri catene di bar e caffetterie diffuse all'estero come Starbucks, Costa e Caffè Nero, accusate ora in Gran Bretagna di alimentare la 'crisi nazionale di obesità'. A passare in rassegna il contenuto dolce di alcuni dei drink più diffusi Oltremanica, circa 130 in tutto, il gruppo 'Action on Sugar', riporta il 'Daily Mail' online. Si stima che nel Paese ci sono più di 18.000 punti vendita per un totale di 1,7 miliardi di bevande calde servite ogni anno.

Alcuni esempi: un 'Hot Mulled Fruit' grande da Starbucks contiene, oltre ad arancia e cannella, anche 99 grammi di saccarosio, l'equivalente appunto di 25 cucchiaini e a tre volte la dose massima di zucchero raccomandata in un giorno per un adulto (30 g o 7 cucchiaini). Secondo l'indagine il 98% delle bevande calde aromatizzate dovrebbero riportare l'etichetta rossa prevista in caso di alto contenuto di zucchero dalla Food Standards Agency. E' anche risultato che il 35% delle specialità delle catene del caffè contiene la stessa quantità o anche più zucchero delle bevande gassate, circa 9 cucchiaini in una lattina, equivalenti a 7 biscotti al cioccolato. Il gruppo che ha promosso il sondaggio chiede nuovi obiettivi legalmente vincolanti che mirano a tagliare il contenuto di zucchero nei prodotti alimentari e nelle bevande.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza