cerca CERCA
Giovedì 23 Settembre 2021
Aggiornato: 15:04
Temi caldi

Calabria, sottosegretaria M5S Orrico contro scelta Zuccatelli

09 novembre 2020 | 12.06
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

"Ho chiesto con forza, e a tutti i livelli istituzionali, di dare alla Calabria una risposta sul fronte sanità che fosse in netta discontinuità con quanto già visto con le precedenti esperienze commissariali. Quella che è arrivata, purtroppo, non era ciò che aspettavo, che molti di noi aspettavano. Non voglio rassegnarmi all'idea che manchino i margini per dotare la Calabria di una struttura commissariale all'altezza delle aspettative dei cittadini e del momento critico che stiamo vivendo: servono scelte coraggiose che infondano fiducia nelle persone". Così su Facebook la sottosegretaria al Mibact Anna Laura Orrico, che, con i colleghi parlamentari del M5S eletti in Calabria, punta il dito contro la scelta del neo commissario Giuseppe Zuccatelli.

"Non è una questione di bandiere politiche, non può più esserlo. Che notizia eccezionale sarebbe godere di una sanità normale nella nostra regione. Dove non sia un privilegio ma un diritto, che vada incontro alle necessità dei cittadini e non ai benefici di alcuni. Trasparente. Dove medici, infermieri e operatori non vengano lasciati soli. La Calabria e noi calabresi meritiamo delle risposte che, finalmente, ci diano la speranza di uscire da questo baratro".

"Per conto mio ed insieme ai colleghi parlamentari del M5S, continuerò a chiedere questo al Governo di cui faccio parte e di cui mi sento parte. Non posso rimanere sorda. Ho il dovere di portarvi la voce della mia gente - soprattutto di chi è arrabbiato, disilluso o fragile e protesta - che chiede giustizia sociale ed una sanità accettabile. Se non ora, quando?", conclude la sottosegretaria.

"Dopo un sofferto confronto istituzionale durato un’intera giornata, a seguito della bufera che ha travolto il generale Saverio Cotticelli, non possiamo che prendere le distanze dalla nomina di Giuseppe Zuccatelli come commissario straordinario della sanità calabrese che ha creato grande imbarazzo tra noi portavoce del Movimento 5 Stelle" scrive su Facebook Elisa Scutellà (M5S).

"A seguito dell’uscita del video che lo riprende mentre esprime colorite teorie empiriche quasi negazioniste sulle modalità di contagio del virus CoVid 19, a una settimana dalla proclamazione della Calabria “zona rossa”, la nomina frettolosa di Zuccatelli si è rivelata inopportuna, un’inaccettabile beffa per i cittadini, costretti a restrizioni sulle attività produttive, sulla frequenza scolastica in presenza, non per il numero dei contagi, ma per una gestione sanitaria inadeguata a cui oggi la politica è chiamata a porre rimedio".

"Dopo le dimissioni del generale Cotticelli - aggiunge - non possiamo permetterci un’altra figura inadeguata a sovrintendere alla sanità calabrese. È fondamentale avere la certezza che la Calabria sia messa questa volta in buone mani. Siamo sicuri che il nuovo decreto potrebbe essere salvifico per la sanità calabrese solo se la sua attuazione sarà affidata alle persone giuste. Firmato da: 1) Bianca Laura Granato 2) Giuseppe Fabio Auddino 3) Silvana Rosa Abate 4) Elisa Scutellà 5) Elisabetta Barbuto 6) Francesco Sapia 8) Alessandro Melicchio 9) Margherita Corrado 10) Laura Ferrara 11) Pietro Marasco 12) Giuseppe Giorno 13) Micaela Anselmo 14) Pietro Santoro 15) Milena Gioè".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza