cerca CERCA
Giovedì 07 Luglio 2022
Aggiornato: 21:24
Temi caldi

Calcio: de Magistris, non ci sto a far passare Napoli colpevole

05 maggio 2014 | 14.22
LETTURA: 4 minuti

"Non ci sto a far passare Napoli come città colpevole di quanto sta accadendo, perché la storia non è questa". A dichiararlo è il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, in merito agli scontri avvenuti a Roma prima della finale di Coppa Italia e a quanto avvenuto all'interno dello stadio Olimpico. "Ho vissuto una situazione surreale - spiega de Magistris che sabato era allo stadio - ero a poca distanza dal presidente del Senato e dal presidente del Consiglio e nessuno aveva notizie precise. Anzi, poco prima della partita ci è stato detto che l'episodio che aveva portato al grave ferimento di un napoletano non aveva nulla a che vedere con le tifoserie". "Napoli ha un ferito grave, che indipendentemente dalle dinamiche della vicenda, che non compete a me accertare, sta lottando tra la vita e la morte. Napoli è stata violentata anche durante il silenzio dei suoi tifosi, da cori non certo positivi nei confronti della nostra città, per usare un eufemismo. Sappiamo che tra i tifosi napoletani c'è chi ha comportamenti sbagliati, a cominciare da chi ha tirato le bombe carta prima dell'interlocuzione con i dirigenti del Napoli e con Hamsik,. Sono immagini che non vorremmo vedere negli stadi, ma le vediamo in tantissimi stadi d'Italia, ed è ora che il Paese si interroghi su cosa vuol fare". "Da sindaco di Napoli sono interessato fortemente a capire, al di là delle dichiarazioni affrettate, se a Roma è filato veramente tutto liscio o se qualcosa non ha funzionato sotto il profilo dell'ordine pubblico", ha concluso de Magistris.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza