cerca CERCA
Giovedì 15 Aprile 2021
Aggiornato: 00:42
Temi caldi

Calenda: "Rimpasto governo? Conte il primo che va cambiato"

29 novembre 2020 | 16.15
LETTURA: 1 minuti

alternate text
Foto Fotogramma

"Quando cominci un rimpasto, raramente va a finire bene. Conte la pensa come me? Io penso invece che è Conte che non vada bene e che è proprio lui che vada cambiato". Lo ha detto il leader di Azione, Carlo Calenda, ospite di 'L'Aria di domenica' su La7.

"I ministri hanno dei poteri che sono attribuiti e non possono essere tolti. Quando tu costruisci una struttura parallela, piramidale, dove c'è Conte sopra, due ministri sotto, sei manager e 300 persone sotto, è inevitabile che tutta questa struttura vada in conflitto, perché i ministri devono firmare gli atti che sono decisi da altri", evidenzia Calenda.

"Questo modo di affrontare il Recovery plan, lo bloccherà. Io avevo invece suggerito di far fare questo lavoro ai ministri, perché se i ministri non sono in grado di fare questo lavoro, bisogna cambiarli e mettere alla presidenza del consiglio un'unità di missione che controlli l'applicazione del Piano e rimuova gli eventuali nodi strutturali. Se invece tu continui a costruire sovrastrutture di sovrastrutture, crei un gran macello", ha continuato Calenda, che ha commentato con ironia i lusinghieri apprezzamenti espressi dal deputato di Fi e responsabile economico del partito, Renato Brunetta, sulle capacità politiche di Luigi Di Maio. "Secondo me è l'effetto del lockdown, oppure una conseguenza del vaccino".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza