cerca CERCA
Domenica 17 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:33
Temi caldi

Camera: con 392mila euro Crimi vince sfida tesorieri tra Pdl-Fi e Pd

14 aprile 2014 | 15.58
LETTURA: 2 minuti

Con 392mila 713 euro di imponibile per il 2013 il deputato azzurro Rocco Crimi vince la sfida dei tesorieri nazionali tra Pdl-Forza Italia e il Pd. Crimi detiene anche un consistente patrimonio immobiliare con 44 terreni (tutti a Galati Mamertino) e 21 fabbricati (tra Roma, Messina e Galati Mamertino). L'esponente forzista, imprenditore del settore farmaucetico, e' proprietario della Farmacia di piazza Bologna; dei Laboratori farmaceutici KRYMI spa (99,0% delle azioni), della srl MK PHARMA (9,01%) e possiede una sola azione del Roma Polo Club.

Nel garage ha due Jaguar: la sua del 2003, modello XJ4200, e quella della moglie, Ester Marinaro, modello X type 3000 del 2002. Crimi non ha sostenuto spese per le elezioni politiche. L'altro amministratore del patrimonio del Pdl-Fi, e' il deputato ('ex aennino') Maurizio Bianconi, che dichiara 179mila 266 euro di reddito percepito nel 2012, ha 3 case, una a Forte dei Marmi e due a Firenze, possiede una Volvo XC60 del 2011 e ha sostenuto 14mila euro di spese elettorali. Oltre al tandem Crimi-Bianconi, va citato anche il responsabile storico delle casse forziste prima della fusione nel Pdl, il senatore Sandro Bondi, con un imponibile dichiarato pari a 155.365 euro.

In casa Pd, a controllare le finanze c'e' Francesco Bonifazi, renziano doc, che ha, invece, denunciato 61mila413 euro e possiede 4 fabbricati, di cui tre a Firenze e uno (come nuda proprieta') a Pontassieve. Il parlamentare Pd guida un'Audi A4 del 2003 e un motorino Scarabeo 50 del 2006 . Bonifazi e' titolare di 250 azioni ASTM; 200 Eni; 1500 IMNSI; 350 SIAS; 105.070 MPS . L'esponente Dem dichiara di non aver ricevuto nessun contributo e di non aver sostenuto spese per le politiche.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza