cerca CERCA
Lunedì 06 Dicembre 2021
Aggiornato: 01:00
Temi caldi

Napoli, appalti truccati e favori ai Casalesi. In manette politici e imprenditori

15 marzo 2017 | 07.58
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Immagine di repertorio (FOTOGRAMMA) - (FOTOGRAMMA)

Sono 18 le procedure di affidamento di lavori di committenza pubblica, gestite da enti pubblici, finite sotto la lente d'ingrandimento della Dda di Napoli. E sono 69 le ordinanze di custodia cautelare eseguite dalla Guardia di Finanza di Napoli, sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia partenopea, a carico di imprenditori e politici accusati di corruzione, turbativa d'asta e concorso esterno in associazione mafiosa.

I magistrati hanno individuato 13 reati di corruzione e di 15 reati di turbativa d'asta in relazione a procedure d'appalto espletate in varie province campane, in alcuni casi aggravati dalla finalità di agevolare il clan dei Casalesi.

Per i sindaci di Aversa Enrico De Cristofaro e di Riardo, Nicola D'Ovidio, il gip ha disposto la custodia cautelare in carcere. C'è anche il nome del consigliere regionale campano di Ncd (aderente al gruppo misto) ed ex assessore regionale ai Beni culturali e Turismo della Giunta Caldoro, Pasquale Sommese, tra i destinatari delle ordinanze emesse, oltre che nei confronti di politici locali, anche per funzionari pubblici, professori universitari, commercialisti, ingegneri e faccendieri.

Ai domiciliari vi sono l'ex sindaco di Casapulla Ferdinando Bosco, l'ex sindaco di San Giorgio a Cremano Domenico Giorgiano, l'ex sindaco di Pompei Claudio D'Alessio e l'ex presidente della Mostra d'Oltremare di Napoli, Andrea Rea.

L'operazione è coordinata da un pool di cinque pm della Direzione distrettuale antimafia di Napoli. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di corruzione e altre gravi irregolarità nelle gare di appalto pubblico realizzate in varie province campane, in alcuni casi anche al fine di agevolare organizzazioni criminali di stampo camorristico. L'operazione della Guardia di Finanza è stata denominata 'The Queen'.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza