cerca CERCA
Giovedì 24 Giugno 2021
Aggiornato: 11:29
Temi caldi

Burundi: generale annuncia colpo di stato, ma governo smentisce

13 maggio 2015 | 15.46
LETTURA: 2 minuti

Il generale Godefroid Niyombareh ha dichiarato la destituzione del presidente Pierre Nkurunziza dopo giorni di violente proteste nel paese scaturite dalla decisione di correre per un terzo mandato. Ma per un portavoce dell'ufficio presidenziale si tratta di "uno scherzo"

alternate text
Manifestanti a Bujumbura (Foto Afp) - AFP

Tentativo di colpo di stato in Burundi. Approfittando dell'assenza del presidente Pierre Nkurunziza, in Tanzania per un vertice sulla crisi che da due settimane sconvolge il paese in seguito all'annuncio di volersi presentare un terzo mandato, il generale Godefroid Niyombare ha annunciato di aver preso il potere.

"Il presidente Pierre Nkurunziza è stato rimosso dal suo incarico, il governo è sciolto. Per governare il paese è stato istituito un comitato di salvezza nazionale", ha detto ad un radio privata il militare che lo scorso febbraio era stato sollevato dall’incarico. La dichiarazione è stata bollata da un portavoce del presidente Nkurunziza come uno scherzo e in un post su Twitter si legge che il colpo di stato è fallito e che la situazione è "sotto controllo".

Tuttavia molte persone sono scese nelle strade della capitale Bujumbura per applaudire alla destituzione. Mentre i soldati hanno circondato la sede della televisione nazionale. Non è però ancora chiaro se il generale Nyombare abbia il sostegno di tutte le forze armate del Burundi.

Nel suo messaggio l'ex ufficiale ha riferito che "le masse hanno deciso di prendere nelle proprie mani il destino della nazione per porre rimedio a questo ambiente di incostituzionalità in cui il Burundi è sprofondato" dopo la decisione del presidente in carica di correre per la sua terza elezione consecutiva, violando i principi costituzionali che garantiscono solo due mandati presidenziali.

"Il comitato di salvezza nazionale", ha aggiunto Nyombare, comprende almeno altri cinque generali dell'esercito e della polizia con la missione di "restaurare l'unità nazionale e riprendere il processo elettorale in un ambiente di giustizia e tranquillità".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza