cerca CERCA
Domenica 22 Maggio 2022
Aggiornato: 23:53
Temi caldi

Carceri, detenuto tenta suicidio a Torino: salvato da agenti penitenziaria

08 settembre 2014 | 18.36
LETTURA: 2 minuti

L'uomo di 48 anni, detenuto per bancarotta fraudolenta e riciclaggio, ha tentato di impiccarsi con un cappio rudimentale

alternate text
Roma, 3 luglio 2007 Presentazione lavori ristrutturazione 'Regina Coeli'. Partecipano alla Conferenza stampa: Ettore Ferrara, Capo dipartimento amministrazione penitenziaria, Luigi Manconi, sottosegretario alla Giustizia, Piero Marrazzo, presidente Regione Lazio, Luigi Nieri, Assessore Bilancio Regione Lazio, Augusto Battaglia, Assessore Sanità Regione Lazio, Daniele Fichera, Assessore Affari Istituzionali Regione Lazio, Mauro Mariani, direttore Carcere Regina Coeli.

Salvato dagli agenti della polizia penitenziaria un detenuto che ieri pomeriggio ha tentato il suicidio nel carcere di Torino. Lo rende noto l'Osapp, sindacato autonomo di polizia penitenziaria. L'uomo di 48 anni, detenuto per bancarotta fraudolenta e riciclaggio, ha tentato di impiccarsi con un cappio rudimentale ma e' stato salvato in tempo dagli agenti e portato in ospedale.

L'Osapp sottolinea le condizioni ''di estremo disagio'' con cui gli agenti della polizia penitenziaria si trovano a operare ''considerato che in quella sezione del padiglione ancora oggi non funziona il fantomatico bagno nautico indispensabile per il controllo degli ovuli e si trova a controllare la miriade di detenuti sottoposti a grande sorveglianza o sorveglianza a vista, problema non in capo alla Polizia Penitenziaria''. Secondo il segretario generale Leo Beneduci ''anche quest'ultimo evento dimostra l'assoluta inadeguatezza dell'amministrazione penitenziaria rispetto alle esigenze e all'alta professionalità degli appartenenti alla Polizia Penitenziaria''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza