cerca CERCA
Martedì 03 Agosto 2021
Aggiornato: 01:24
Temi caldi

Carnevale: a Viareggio anche senza fondi carri pronti a sfilare

27 ottobre 2014 | 15.56
LETTURA: 3 minuti

Associazione costruttori carri: "Fiduciosi su fondi garantiti da Regione Toscana".

alternate text

A meno di 100 giorni dall'inizio del Carnevale di Viareggio, i carri sono pronti a sfilare. Dal 1° al 28 febbraio 2015, infatti, i carri allegorici di cartapesta diventeranno protagonisti del Carnevale italiano per eccellenza. "I fondi materialmente ancora non ci sono -dice a Labitalia Fabrizio Galli, presidente dell'Associazione costruttori carri Viareggio- e attendiamo di vedere la bozza di bilancio della Regione Toscana. Non c'è nessuna ufficialità dunque, ma abbiamo fiducia nelle istituzioni".

"Nel frattempo -assicura- silenziosamente si sta già lavorando ai bozzetti. Per realizzare ogni singolo carro, è necessario il lavoro di almeno 6 persone, che va avanti per 3-4 mesi e per diverse ore al giorno. Fino a qualche anno fa, per la leggerezza dei materiali, sono stati creati carri di dimensioni ingombranti con movimenti effettuati attraverso leve mosse da uomini. Ora, invece, si ricorre a movimenti elettromeccanici, che hanno reso quasi autonomo e più scenografico il movimento dei personaggi".

A realizzare le macchine di cartapesta sono, infatti, i maestri costruttori viareggini. Oltre 25 ditte artigiane, con più di mille persone impegnate nella creazione di veri e propri teatri viaggianti. In molti casi, si tratta di figli d'arte che hanno ereditato da padri e nonni le abilità e i segreti di un mestiere unico al mondo. Alti oltre 20 metri, larghi dodici, i carri sono creati per stupire il pubblico e la selezionatissima giuria che ogni anno, alla fine del Carnevale, stila la classifica di merito, decretando vincitori e vinti.

I carri, ormai da dieci anni, vengono costruiti nella Cittadella. Un complesso architettonico interamente dedicato alla creazione e alla conservazione del carnevale di Viareggio. Su una gigantesca piazza ellittica, arena per grandi spettacoli all'aperto in estate, si affacciano sedici hangar-laboratori in cui i costruttori forgiano le loro idee e intuizioni. Qui vengono creati i giganteschi carri. Due i musei qui aperti al pubblico: uno dedicato alla storia dei carri del Carnevale e l'altro al premio Carnevalotto, una preziosa collezione di opere d'arte di grandi firme contemporanee ispirate al Carnevale di Viareggio. Ad aprile 2015 verranno aperti al pubblico qui i nuovi uffici della Fondazione Carnevale.

E il prossimo anno Viareggio, capitale del Carnevale italiano, raggiunge il traguardo dei 142 anni della sua manifestazione e lo fa in grande stile con cinque corsi mascherati sui Viali a mare. Per un intero mese. dal 1° al 28 febbraio, la città si trasforma nella fabbrica del divertimento, tra sfilate di giganti di cartapesta, feste notturne, spettacoli pirotecnici, veglioni, rassegne teatrali, appuntamenti gastronomici e grandi eventi sportivi mondiali. Ad ogni sfilata dei carri allegorici assistono, in media, 200mila spettatori attratti dal gigantismo delle costruzioni, che hanno reso famosi nel mondo i maestri costruttori viareggini, sempre alla ricerca delle migliori soluzioni tecniche e artistiche per stupire il grande pubblico.

Sono cinque i grandi corsi mascherati concentrati in un mese unico di grandi festeggiamenti. Sui viali a mare di Viareggio si potranno ammirare 10 carri di prima categoria, 5 di seconda 10 mascherate i gruppo, 10 maschere isolate. A bordo di ogni carro di prima categoria balleranno fino a 250 figuranti in maschera.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza