cerca CERCA
Martedì 06 Dicembre 2022
Aggiornato: 21:58
Temi caldi

Caro spiagge, quando casa al mare costa meno del lettino

09 giugno 2022 | 10.54
LETTURA: 2 minuti

Incrociando i dati di Altroconsumo e Immobiliare.it, succede da Gallipoli ad Alassio

alternate text

Sembra un paradosso, ma ci sono i dati. Per colpa del caro spiagge, affittare un bilocale al mare può costare meno di un abbonamento mensile per un lettino.

Si parte dai numeri di Altroconsumo. Ha calcolato che quest’anno per il nostro posto al sole – o meglio all’ombra – dovremo pagare il 10% in più rispetto al 2021 (rincaro calcolato sulla settimana dal 31 luglio al 6 agosto, facendo una media delle file di ombrelloni e lettini in spiaggia).

I prezzi sono spesso impressionanti, quasi paragonabili a quelli della locazione di un immobile. Partendo da questa considerazione, Immobiliare.it, il portale immobiliare leader in Italia, ha deciso di analizzare i costi dei bilocali in affitto nelle località balneari più rinomate e di cui sono stati diffusi i prezzi medi di ombrelloni e lettini, con alcune sorprese. Non si tratta ad ogni modo di case vacanze ma di appartamenti tradizionali in locazione per periodi medio-lunghi ma comunque alcuni confronti fanno riflettere.

A Gallipoli non c’è storia: è molto più conveniente affittare un bilocale (363 euro al mese il canone medio) rispetto ad accomodarsi sul lettino in spiaggia con una differenza di prezzo su base mensile di oltre 700 euro.

Lo stesso discorso vale anche per Alassio, pittoresca cittadina della Riviera ligure di Ponente: se il prezzo per un ombrellone si aggira sui 1.300 euro al mese, per affittare un piccolo appartamento sono sufficienti in media 740 euro.

Al contrario, è ad Anzio che conviene sdraiarsi sotto il sole e dimenticarsi della casa vista mare: se servono infatti circa 600 euro al mese per lettino e ombrellone, il budget da prevedere per un bilocale nella località balneare laziale si aggira di media sui 1.000.

Ad Alghero un mese di affitto (623 euro di media) costa circa 150 euro in meno rispetto all’ombrellone mentre a Lignano Sabbiadoro, nota meta turistica dell’Adriatico, per un bilocale (845 euro di canone medio mensile) bisogna allocare quasi 300 euro in più rispetto al posto in spiaggia per un mese.

Ci sono poi altre località in cui lo scarto è meno marcato. A Rimini e a Viareggio, ai due lati dello stivale, il lettino in riva al mare costa circa 130 euro in meno rispetto ai bilocali in città (649 euro di media al mese la prima e 871 la seconda). Mentre a Taormina e a Senigallia i prezzi praticamente si equivalgono (oltre le 700 euro per la prima e circa 500 per la seconda).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza