cerca CERCA
Mercoledì 07 Dicembre 2022
Aggiornato: 23:19
Temi caldi

Caso Aldrovandi: 'via la divisa ai poliziotti', petizione a oltre 60.000 firme

12 febbraio 2014 | 20.29
LETTURA: 3 minuti

Ha superato di gran lunga le 60.000 firme la petizione, lanciata oggi a mezzogiorno su Change.org, che chiede al ministro dell'Interno di "togliere la divisa agli assassini di Federico Aldrovandi". La petizione, a firma del presidente della commissione Diritti umani del Senato, Luigi Manconi, ricorda che "Federico è morto il 25 settembre 2005, a soli 18 anni. Quel giorno il corpo di Federico è rimasto sulla strada dalle 6 di mattina alle 11, quando la polizia avvisò i genitori. Federico era sfigurato dalle percosse e sui suoi vestiti si aprivano larghe macchie di sangue. I poliziotti, poi condannati in via definitiva per eccesso colposo in omicidio colposo tentarono di depistare, dicendo che Federico si era ferito da solo sbattendo la testa contro i pali della luce. Eppure adesso sono tornati in servizio, dopo aver provocato ben 54 lesioni sul corpo di Federico portandolo alla morte".

La sicurezza dei cittadini "non può essere affidata a chi si è reso responsabile di questo orrore -scrive Manconi-. Chiediamo pertanto che quei poliziotti non siano mai più nella posizione di poter fare ancora ciò che già hanno fatto. Chiediamo di sapere quale sia stato l'esito del procedimento disciplinare a carico dei quattro poliziotti. E chiediamo che siano messi a svolgere un servizio che non preveda, né ora né mai, alcun contatto con il pubblico. Chiediamo -conclude Manconi- che vengano disarmati e messi nelle condizioni di non nuocere più ad alcuno". La petizione, infine, ricorda che il 15 febbraio prossimo, a Ferrara, si terrà la manifestazione #ViaLaDivisa con appuntamento alle ore 14 in via Ippodromo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza