cerca CERCA
Mercoledì 08 Dicembre 2021
Aggiornato: 00:34
Temi caldi

Caso Gregoretti, Salvini a Catania: "C'è video su ruolo del governo"

12 dicembre 2020 | 09.15
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Fotogramma /Ipa

"Sono tranquillo, sereno e orgoglioso. Oggi interverrò in aula riportando alcuni dati del mio ministero". Riprende stamane nell'aula bunker di Bicocca a Catania l'udienza preliminare per l'ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, accusato di sequestro di persona per la nave Gregoretti. Ascoltati dal gup Nunzio Sarpietro gli ex ministri Elisabetta Trenta e Danilo Toninelli. Salvini è accompagnato dal suo legale, l'avvocato Giulia Bongiorno, arrivata con un trolley pieno di carte. "Il video in cui il premier Giuseppe Conte parla del governo e del ruolo dell'esecutivo nella decisione sugli sbarchi in Italia di migranti come idea condivisa è nella memoria difensiva già depositata agli atti del procedimento", ha spiegato l'avvocato Bongiorno. Nelle prossime settimane saranno sentiti anche il premier Giuseppe Conte e i ministri Luigi Di Maio e Luciana Lamorgese. Sono decine i giornalisti accreditati che vengono tenuti fuori dal bunker sotto una tenda della Croce Rossa.

"Il governo che mi ha seguito ha continuato sulla stessa rotta del mio governo, quindi sono curioso di sapere di sentire cosa dicono oggi Toninelli e Trenta, e cosa dirà Conte, o Di Maio e tutti gli altri ministri che con me dividevano una scelta di civiltà", ha detto ancora il leader leghista, aggiungendo: "Abbiamo dimezzato il numero dei morti, dei dispersi, dei feriti, abbiamo salvato vite e protetto un Paese, a differenza di quanto accaduto dopo". "Perché dopo di me ci sono stati morti, annegati, ci sono stati diritti negati - dice -, arrivare in Italia è un diritto che richiede il rispetto di alcune regole, come in tutti gli altri Paesi del mondo. Mi dispiace solo impegnare giudici, avvocati, agenti".

"Siamo in un'aula bunker che di solito ospita processi di mafia. Io sono in quest'aula e come tutti i cittadini italiani rispettoso di quello che la giustizia mi chiede, per rispondere di quello che avevo promesso di fare agli italiani, cioè combattere gli scafisti, il business dell'immigrazione clandestina, senza fare male a nessuno", ha spiegato ancora Salvini.

"DECISIONE CONDIVISA DA GOVERNO, PROVA IN UN VIDEO" - C'è "la prova che la linea del 'prima i ricollocamenti poi lo sbarco' era pienamente condivisa da tutto il governo Conte 1" e dunque la decisione di bloccare a bordo della nave Gregoretti per una settimana 131 migranti soccorsi a luglio 2019 nel Mediterraneo "non sarebbe stato un abuso di potere di Matteo Salvini". La prova, trovata dall'avvocato Giulia Bongiorno, è in un video di un minuto e 52 oggi pubblicato sul sito di Repubblica. Un estratto della conferenza stampa di fine anno del 2019 in cui il premier Conte dice che "da una prima ricognizione emerge il coinvolgimento della presidenza del Consiglio, come sempre, d'intesa con il ministero degli Esteri, nel richiedere i ricollocamenti per consentire poi lo sbarco". Con ogni probabilità la difesa di Salvini chiederà di ammettere il video in una delle prossime udienze.

SALVINI - L'ex ministro Matteo Salvini, dopo ave reso dichiarazioni spontanee, ha lasciato l'aula bunker. Accanto al leader della Lega, la sua legale. Salvini è andato via in auto senza fermarsi con i cronisti.

TONINELLI - Deposizione di Danilo Toninelli, ex ministro delle Infrastrutture, davanti al gup del Tribunale di Catania Sarpietro. Toninelli, come apprende l'Adnkronos, sta rispondendo alle domande del pm di Catania e della difesa di Salvini. A chiedere la sua deposizione è stata nella scorsa udienza la difesa dell'ex ministro. Gli ex ministri Toninelli e Trenta hanno chiesto di non essere ripresi dalle telecamere nel corso dell’udienza preliminare. Il presidente dei gup ha accolto la richiesta della stampa di fare entrare i giornalisti a gruppi di dieci persone ciascuno ma con la raccomandazione di non riprendere i due testi che oggi vengono sentiti in aula.

Toninelli in aula: "Non ricordo firma divieto Open Arms"

Salvini: "Toninelli non c'era e se c'era dormiva"

Bongiorno: "Per Toninelli ho provato tanto imbarazzo"

TRENTA - Terminata la deposizione dell'ex ministra della Difesa Elisabetta Trenta all'udienza preliminare. L'ex ministra è andata via in auto senza rilasciare dichiarazioni alla stampa.

CONTE SARA' ASCOLTATO IL 28 GENNAIO - Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sarà sentito il prossimo 28 gennaio a Palazzo Chigi. Lo ha stabilito il gup del Tribunale di Catania, Nunzio Sarpietro, durante l'udienza preliminare del processo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza