cerca CERCA
Lunedì 20 Settembre 2021
Aggiornato: 08:01
Temi caldi

Caso maro': Angelilli (Ncd-Ppe), dopo accoglimento ricorso farli rientrare in Italia

28 marzo 2014 | 13.47
LETTURA: 1 minuti

''L'accoglimento da parte della Corte suprema indiana del ricorso presentato dai nostri marò è certamente un riconoscimento delle ragioni italiane, ma è necessario dopo oltre due anni di posizioni altalenanti e inaffidabili delle autorità indiane mostrare la massima cautela''. Lo afferma in una nota vicepresidente del Parlamento europeo Roberta Angelilli.

''Anche questa volta - continua - la decisione della Corte di aggiornare la prossima l'udienza tra quattro settimane dimostra un chiaro intento di allungare ulteriormente i tempi per giungere alla conclusione del caso''.

''In questo momento è fondamentale che il Governo prosegua con l'azione di internalizzazione della vicenda affinché l'India metta finalmente fine all'abuso che sta perpetrando da oltre due anni trattenendo illegalmente i nostri fucilieri di Marina. Massimiliano Latorre e Salvatore Girone devono rientrare in Italia: tutta la comunità internazionale ha il dovere, in nome del rispetto dei diritti fondamentali di due cittadini europei e dei principi del diritto internazionale, di continuare a sostenere l'Italia facendo sentire la propria voce'', conclude Angelilli.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza