cerca CERCA
Venerdì 21 Gennaio 2022
Aggiornato: 15:19
Temi caldi

Caso Marò, Pinotti: "Rientro Girone buona notizia ma percorso non ancora concluso"

03 maggio 2016 | 13.32
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Xinhua)

Il rientro dall'India del fuciliere di marina Salvatore Girone, che aspetterà in Italia l'esito dell'arbitrato internazionale, "è una bella notizia, nella quale speravamo" ma "il percorso non si è ancora concluso". Così il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, a margine della cerimonia per i 155 anni dell'esercito, è tornata a commentare la decisione del Tribunale dell'Aja che, ha sottolineato, "ha riconosciuto quello che l'Italia chiedeva".

Pinotti ha ricordato il lungo lavoro fatto "silenziosamente, a stretto contatto con il team di avvocati che ha gestito il contenzioso". Ora "bisogna attendere le conclusioni dell'arbitrato, e siamo sicuri che avremo il giusto riscontro". Quanto ai tempi del rientro di Girone, il ministro ha precisato che "avverrà tra qualche settimana, dopo il tempo necessario per espletare le pratiche burocratiche".

Nel testo dell'ordinanza del Tribunale dell'Aja pubblicato oggi e adottato il 29 aprile scorso all'unanimità, si legge: "Italia e India devono coopererare, anche nei procedimenti dinanzi alla Corte suprema indiana, per ottenere un'attenuazione delle condizioni di libertà provvisoria" per Girone, "in modo da dare effetto al concetto delle considerazioni umanitarie" ed in modo che il fuciliere di Marina, "mentre resta sotto l'autorità della Corte suprema indiana, possa tornare in Italia durante l'arbitrato".

"Il Tribunale arbitrale - si legge ancora - conferma l'obbligo per l'Italia di rimandare in India Girone, nel caso in cui il Tribunale stabilisca che l'India ha la giurisdizione su di lui nel caso dell'incidente dell'Enrica Lexie". Secondo quanto si legge ancora nel testo, viene stabilito che "Italia e India dovranno riferire al Tribunale arbitrale sul rispetto delle misure" decise e "si autorizza il presidente (della Corte, ndr) ad ottenere informazioni dalle parti se non sarà presentato un rapporto entro tre mesi dalla data" dell'ordinanza.

La vedova di uno dei pescatori uccisi: "Girone può tornare"

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza