cerca CERCA
Giovedì 29 Luglio 2021
Aggiornato: 08:37
Temi caldi

Caso Maugeri, il pm: "Soldi sottratti a cure per pagare i sollazzi di Formigoni"

20 settembre 2016 | 17.24
LETTURA: 3 minuti

alternate text

La presunta corruzione sistemica che, secondo la Procura di Milano, in 10 anni avrebbe sperperato circa 70 milioni di denaro pubblico con "due enti al tracollo, e cioè la Maugeri e il San Raffaele", ha consentito di utilizzare soldi pubblici che avrebbero dovuto andare ai malati "per pagare i sollazzi di Roberto Formigoni, parenti e amici". Nell'aula del processo milanese sul caso Maugeri, dove tra gli imputati figura l'ex governatore lombardo Roberto Formigoni, il pm Laura Pedio usa parole forti per replicare alle tesi difensive e ribadire la precisione della ricostruzione così come è stata presentata dall'accusa.

Il magistrato rimprovera agli avvocati argomenti in fatto e in diritto: dall'aver "presentato una lettura dei fatti che nemmeno gli imputati hanno avuto l'audacia di fare", all'aver utilizzato "tecniche difensive un po' naif quasi offensive", fino ad arrivare al punto di "dimostrare di non conoscere i sistemi corruttivi e di non sapere che i corrotti si tutelano" per non "inficiare la tenuta del sistema" elaborato. Nelle repliche del magistrato ci finiscono un po' tutte le difese degli imputati, anche quella di Formigoni che ha cercato, dice Pedio, di far passare come "cortesie esibizionistiche tra amici" quelle che nel "nostro ordinamento sono pagamenti corruttivi".

Il pm ha ribadito le sue richieste di condanna degli imputati tra i quali l'ex governatore e attuale senatore di Ncd Roberto Formigoni, per il quale l'accusa chiede una pena a 9 anni di reclusione. La parola passa ora alle difese per nuove repliche, ma non nell'immediato. Il tribunale ha fissato altre due date, quella del 15 e del 22 dicembre, raccomandando ai legali di parlare quasi tutti il 15 così da restare in uno o due a replicare il 22 dicembre, per andare se i tempi lo consentiranno a sentenza.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza