cerca CERCA
Lunedì 28 Novembre 2022
Aggiornato: 01:02
Temi caldi

Caso Scajola: perquisiti anche i Fanfani, a conoscenza 'problema' di Matacena

08 maggio 2014 | 15.50
LETTURA: 2 minuti

Anche la figlia di Amintore Fanfani, Cecilia, si era interessata al caso Matacena. E' quanto emerge dalle intercettazioni telefoniche disposte dalla Procura di Reggio Calabria nell'ambito dell'inchiesta che oggi ha portato all'arresto dell'ex ministro Claudio Scajola. Il nome di Cecilia Fanfani era sulla lista dei passeggeri del volo proveniente da Dubai e diretto a Nizza il primo agosto dello scorso anno. Nei suoi confronti, e anche a carico del fratello Giorgio Fanfani, è stata disposta una perquisizione.

Proprio a Dubai il 28 agosto scorso è stato fermato Amedeo Matacena, ex deputato di Forza Italia condannato per concorso esterno in associazione mafiosa e attualmente latitante. Il rampollo della famiglia di armatori era appena giunto negli Emirati Arabi dalle Seychelles. Lì, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, si era recato per incontrarsi con alcuni legali del posto ''i quali -si legge nell'ordinanza di custodia cautelare- interessando i competenti uffici amministrativi, lo avrebbero assistito nelle operazioni di rinnovo del visto necessario al prolungamento della sua permanenza alle Seychelles''.

Di questa strategia sarebbero stati informati anche Carlo Biondi, figlio del politico Alfredo Biondi, ed Elvira Tinelli. A Cecilia Fanfani viene attribuita la scelta e la possibilità di usufruire dell'appoggio di uno studio legale per risolvere ''il problema''. Il fratello Giorgio Fanfani avrebbe presentato a Chiara Rizzo, moglie di Matacena, un avvocato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza