cerca CERCA
Lunedì 23 Maggio 2022
Aggiornato: 19:58
Temi caldi

Violenza sessuale su bambine: arrestati 'santone' e 3 donne a Catania

02 agosto 2017 | 08.49
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Abusi sessuali 'giustificati' come azioni mistiche spirituali. Il rapporto sessuale non come atto fisico, ma come 'amore pulito, dall'alto, purificatore'. Questo il plagio a cui sei minorenni, oggi adulte, sarebbero state sottoposte da un bancario pensionato 75enne, da 25 anni alla guida di una comunità laica di ispirazione cattolica che, secondo l'accusa, avrebbe violentato ragazzine di età compresa tra i 13 e 15 anni, anche con la complicità delle madri delle vittime. E' il quadro che emerge dall'inchiesta '12 apostoli' della Procura di Catania che ha portato all'arresto dell'uomo, padre di un ex assessore regionale, estraneo alle indagini, e di tre donne poste agli arresti domiciliari.

All'associazione, fondata da un sacerdote deceduto, aderiscono circa 5mila persone. Il gruppo ha un fiorente giro d'affari con la vendita di prodotti agricoli coltivati dagli stessi associati. Le indagini della Polizia postale di Catania sono state avviate nella primavera del 2016, dopo che una madre ha scoperto sul cellulare della figlia minorenne le violenze che la ragazzina subiva, e delle quali parlava con un'amica su una chat.

L'uomo arrestato si proclama "innocente" e vittima di "errori di valutazioni giudiziarie". "Il Gip - afferma il suo legale, l'avvocato Mario Brancato - non ha tenuto nella giusta considerazione il rapporto dell'ampia attività difensiva attivata dopo la perquisizione disposta dalla Procura, che non ha interrogato il mio assistito".

L'uomo sarà sentito domani dal Gip nell'ambito dell'interrogatorio di garanzia. "E' una persona anziana e malata - aggiunge il penalista - ha una grave forma di diabete ed è cardiopatico, il suo stato di salute è incompatibile con la detenzione".

"Non abbiate paura di denunciare, se siete state vittime di manipolazioni venite a segnalarcelo, noi indagheremo" ha detto il questore di Catania Giuseppe Gualtieri, a margine della conferenza stampa sull'operazione '12 apostoli' della Polizia postale. Il questore ritiene che possano essere "numerose le donne, minori e maggiorenni, vittime in questa vicenda che perdura da oltre 25 anni".

"La Procura di Catania - ha aggiunto - ha agito con la consueta professionalità e in fretta, perché il fenomeno è molto più diffuso di quanto si possa pensare. Dal quadro che emerge dalle indagini non si può parlare che di sette che fanno un uso distorto della religione. La Chiesa è estranea alla vicenda".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza